acquaesapone Italia Solidale
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri

Il sesso non è possesso

Solo nell’amore e nell’indipendenza può esserci la pienezza della sessualità

Ven 29 Mar 2013 | di Padre Angelo Benolli | Italia Solidale

Il sesso non è possesso. Essere sessuati vuol dire avere la pienezza del sesso. Soltanto due sessuati possono fare l’amore. Sessuati nel senso che permangono nell’amore, fuori da ogni dipendenza o riduzione sessuale e di vita. Sessuati sono solo i veri innamorati, perché hanno tutte le forze dell’Albero della Vita, cioè tutte le forze di Dio, tutte le forze dell’anima, del carattere, tutte le forze del sesso nell’amore. E quindi hanno anche i nervi e il corpo, nell’amore, e quindi la mente sapiente. 

Tutti quelli che non hanno questa base e completezza delle energie della vita, che sono nell’Albero della Vita, quando fanno l’amore, si proiettano addosso l’un l’altro tutte le loro carenze, e allora subiscono (masochisti), o si arrabbiano (sadici), o sono bravi e buoni (depressi). Quindi voi capite perché ci sono le separazioni? Pensate cosa succede ai figli che vogliono la pienezza della sessualità, la pienezza dell’amore, un padre e una madre indipendenti e innamorati. Quando non c’è questo, i poveri bambini non trovano che inganno e sofferenza. E allora cosa succede?

La cultura attuale non aiuta, quindi vedete e riparate con completezza e grande impegno tutte le vostre falsità. Andiamo piano, ma andiamo bene, perché bisogna che voi lavoriate e guardiate dentro voi stessi. Solo così amerete, testimonierete e sarete missionari con gli altri.

Per esempio, conosco una persona che aveva un’ottima professione a livello internazionale, come esperto in scienze statistiche, e aveva soldi, successi, università, ma stava male. Ed io gli ho detto: «Guarda che non puoi stare male, devi uscire dalla malattia: ama te stesso, entra nel tuo inconscio e ama gli altri». L’ha fatto e Dio l’ha benedetto ed è guarito. 

Così benedirà anche ognuno di voi: diamoci da fare, anche con quelli che, per non entrare nella falsità spirituale proposta, hanno rigettato tutto e vivono come la Samaritana che aveva cinque uomini. Dio cerca questi non credenti prima che i falsi credenti.


Condividi su: