acquaesapone Italia Solidale
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri

Chi è disponibile, ritrova la propria bellezza

Ognuno porta in sé tutte le forze creative di Dio e tutte le forze uniche e irripetibili della propria persona. Come rivitalizzarle?

Gio 29 Ago 2013 | di Padre Angelo Benolli - Fondatore e Presidente di Italia Solidale | Italia Solidale

Ogni persona porta in sé tutte le forze creative di Dio. Ma anche tutte le forze uniche ed irripetibili della propria persona contenute nell’anima la quale determina il carattere. Inoltre ogni persona porta in sé tutte le forze sessuali per l'amore, tutte le forze dei nervi (su cui passano le energie precedenti), tutte le forze del corpo che sono ben connesse ai nervi. Infine, la persona porta in sé tutte le forze della mente, la quale riflette sempre il modo d'essere di tutte le altre energie che vengono prima.
Quando qualsiasi energia è disturbata, di conseguenza anche tutte le altre energie ne risentono poiché sono per natura sempre strettamente connesse e interdipendenti. Quando non vengono rispettate le forze di Dio e della persona, allora subito il sesso, poi i nervi, il corpo e la mente ne risentono. Le forze colpite, chiuse, ridotte o integrate in falsità di vita non possono mai amare. Per amare, cioè per rispettare, sostenere e liberare le forze altrui, è necessario che tu, come Cristo, abbia addosso tutta la verità e la natura delle forze della vita; è necessario che tu ne sia costantemente testimone e che sia capace di coinvolgerti nel male altrui fino a guarirlo. Tutta la luce e l'amore alla tua vita, portati da Dio e dagli altri, non sono sufficienti per guarire le forze della vita se tu non collabori, in spirito e verità, con chi ti ama in spirito e verità, fino ad arrivare alla guarigione di tutte le forze del tuo inconscio come Dio e natura vogliono. Per collaborare a questa azione di luce e di amore di Dio o con persone ricche di vita, di luce e di amore come Dio vuole, è necessaria molta umiltà, disponibilità, pazienza, intensità di fede e di preghiera.
Molti italiani stanno trovando un valido sostegno incontrandosi coi volontari di Italia Solidale, in tutte le regioni. In autunno ripartirà la Scuola dei promotori di sviluppo di vita e missione, che offre un percorso nuovo e completo per ritrovarsi ed amare sé, Dio e gli altri.                            



Condividi su: