acquaesapone Soldi
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri

Bei cervelli gli italiani

Il Cer ci assegna un po di finanziamenti, ma ci mancano le strutture

Gio 30 Gen 2014 | di Armando Marino | Soldi
Foto di 3

Dovremmo parlare delle ultime vergogne fiscali che ci sono state imposte, mesi di discussione sull'abolizione dell'Imu per poi far pagare una complicatissima “mini Imu” che il contribuente è pure costretto a calcolarsi da sé, oppure il “saldo Tares” comunicato a molti utenti il 15 dicembre con scadenza il giorno dopo, o ancora l'introduzione di una “tassa sui servizi non divisibili” (e prima chi se li divideva?). Ma per un mese vogliamo prendere fiato, pensare positivo per il 2014. E un buon modo di farlo e guardare a cosa succede nel mondo dell'università e della ricerca. Tanto bistrattato e in fondo povero, ma bravo. A dirlo sono i numeri del finanziamento assegnato dal Cer, il Consiglio europeo per la ricerca, che in gennaio ha individuato i 312 progetti scientifici tra cui dividere un fondo da 575 milioni di euro. I ricercatori partecipanti erano di 33 nazionalità, ma la ricerca deve svolgersi in un Paese Ue. La gara tra i ricercatori si è conclusa con una leggerissima supremazia della Germania: 48 scienziati tedeschi si sono aggiudicati fondi, seguita da vicino dall'Italia con 46. Un bel risultato, considerando i rapporti di forza. Anche perché abbiamo battuto con distacco la Francia, terza con 33 finanziamenti, e a seguire tutti gli altri Paesi. La buona notizia però finisce qui, perché se nella classifica dei cervelli siamo a un passo dal primato, in quella delle strutture siamo messi male: dei 46 progetti finanziati, solo 20 si faranno in università e laboratori in Italia (portando quindi lavoro e sviluppo). Negli altri casi si tratta di scienziati che hanno trovato opportunità altrove, specie nel Regno Unito che ospita ben 62 progetti su 312. Insomma, la morale è semplice: gli italiani (almeno in parte), corrono ancora. è l'Italia che si muove appena. 


Condividi su: