acquaesapone Editoriale
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri

Matteo cosa intendi fare contro la corruzione?

Perché poi non potrai dire che è colpa di altri...

Gio 27 Feb 2014 | di Alberico Cecchini | Editoriale

Caro Matteo Renzi, lo sai bene che spesso oggi chi deve fare una tac urgente o paga centinaia di euro oppure attende mesi e mesi, a causa del delirio di mazzette che ora, più che mai, gira in Italia in modo sempre più sfacciato e impunito.

Allora tutti esigiamo una risposta urgente a questa domanda: Matteo Renzi, sei certo di avere una strategia vincente per ridurre la corruzione in Italia a livelli europei e in tempi brevi? Perché altrimenti rinuncia subito, non possiamo farci portare via altro tempo. Ti vedo così risoluto e veloce, ma che non sia solo per prendere il potere.

Ora è il tuo turno Matteo, o rottami davvero il vecchio oppure coprirai i vecchi poteri che continuano a sbranare l’Italia. O dài una svolta vera o sarà la catastrofe per tutti. La maggioranza degli italiani non ne può più di essere saccheggiata e pretende sulla corruzione “tolleranza zero”. Anche perché distrugge ricchezza e posti di lavoro.

Oggi Matteo tu sei la persona più potente in Italia, puoi vincere la corruzione e così governare per far crescere l’Italia per molti anni. Non è più tempo di barzellette e battute, ma di fatti. Non accetteremo, ti avverto, fra qualche anno la scusa: «Non mi hanno lasciato fare, è colpa di quello o di quell’altro». Lo hanno detto tutti negli ultimi decenni. Uomo avvisato…


Condividi su: