acquaesapone Editoriale
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri

Avevamo ragione noi!

C’eravamo documentati bene, invece quasi tutti i giornali e i Tg italiani 'tifavano' per il nucleare. Perché?

Ven 24 Ott 2014 | di Alberico Cecchini | Editoriale

Che meraviglia, siamo primi al mondo per produzione di energia pulita. La rivista Acqua & Sapone lo ha sempre sostenuto: le fonti rinnovabili sono la soluzione, non il nucleare. Siamo stati fra i primi al mondo per produzione di energia nucleare, ma anche i primi ad uscire da quell'inganno che produce inquinamento e scorie eterne che ancora non sappiamo dove mettere.

Grazie a questa scelta oggi non solo inquiniamo di meno, ma risparmiamo anche molto. Lo documentiamo nel dossier energia a pag 38. Ci permettiamo di ricordare però che fino a solo 2 anni fa, praticamente tutta la casta politica e tutti i media a loro servizio vedevano nel nucleare l'unica soluzione possibile. Non fosse stato per l'incidente di Fukushima che portò gli italiani a votare nuovamente  e massicciamente contro quella tecnologia, oggi invece di festeggiare questo fantastico primato, avremmo investito in impianti assolutamente inutili, costosi, pericolosi e che sarebbero entrati in funzione non prima del 2025. 

La casta li voleva perché avrebbe potuto gestire una quantità immensa di soldi e di potere subito. E i giornalisti cosa dicevano? Che del nucleare non se ne poteva assolutamente fare a meno! Invece, insieme a gran parte degli scienziati, la rivista Acqua & Sapone, già dal 2008, diceva la verità contro tutto e tutti, politici, giornali e Tg. Oggi possiamo dire che avevamo ragione noi e che avevano ragione gli italiani. Viva la verità, viva gli italiani, viva la natura.


Condividi su: