acquaesapone Attualità
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri

Lei non dice mai “non credenti”

Nelle presunte apparizioni, la Madonna ne parlerebbe solo come di “coloro che non hanno ancora sperimentato l’amore di Dio”

Ven 24 Ott 2014 | di Estratto dalla testimonianza della ‘veggente’ Mirjana al 16° Incontro Internazionale dei giovani a Medjugorje | Attualità
Foto di 3

«Stamattina la Madre era con noi, ci ha benedetti tutti con la sua benedizione materna e ci ha dato di nuovo un messaggio: “Cari Figli, sono venuta a voi con le braccia aperte, per abbracciarvi tutti sotto il mio manto. Non posso farlo finchè il vostro cuore è pieno di false luci e di falsi idoli. Pulite il vostro cuore e permettete ai miei Angeli che cantino nel vostro cuore; allora io vi metterò sotto il mio manto e vi darò mio Figlio, vera pace e felicità. Non aspettate, figli miei. Grazie”. 

Anch’io vi chiedo: permettete ai suoi angeli di cantare nei vostri cuori e accettate l’amore della Madonna. Personalmente io credo che chiunque viene qui a Medjugorje, viene perché è stato chiamato dalla Madonna; perché la Madonna ha bisogno di ogni persona che viene qui. 
Io vi dirò quello che mi sta più a cuore, ciò che io desidero che voi portiate nelle vostre case, nelle vostre famiglie..... 

In queste apparizioni di ogni 2 del mese, la Madonna prega per chi non ha fede. Lei però non ha mai detto “non credenti”, perché quando dici “non credenti” hai già condannato qualcuno, lo hai già giudicato. La Madonna usa un’altra espressione: “Preghiamo per coloro che non hanno ancora sperimentato l’amore di Dio”. Lei li chiama così. La Madonna dice che la maggior parte delle cose brutte che succedono nel mondo divorzi, guerre, aborti, droga, viene dai non credenti; e Lei dice: “Figli miei, quando voi pregate per loro, voi pregate per voi stessi e per il vostro futuro”. 

Se noi preghiamo, Gesù parlerà attraverso di noi; se non preghiamo, ma facciamo le prediche agli altri, le nostre parole saranno vuote e otterranno l’effetto contrario. La Madonna ci chiede che la preghiera per i non credenti sia al primo posto, la prima preghiera che noi facciamo. Ho chiesto una volta alla Madonna: chi sono i non credenti? Lei mi ha detto: “Tutti coloro che non sentono la Chiesa come la propria casa e Dio come il proprio Padre”. Una volta a Medjugorje, all’inizio delle apparizioni, la chiesa era piena di pellegrini; abbiamo pregato insieme, cantato insieme e quando noi sei abbiamo avuto l’apparizione, come bambini abbiamo chiesto alla Madonna: “Non sei felice? C’è tanta gente in chiesa a pregare e lodare Gesù!” Lei ci ha guardato con tanta tristezza e ha detto: “Figli, quante dita avete nelle vostre mani? Tanti sono a pregare nella chiesa”. 

Le ho chiesto: come dobbiamo pregare per i non credenti, qual è la preghiera migliore, in quale modo? Lei mi ha detto: “Figli miei, pregate con il cuore. Ogni preghiera che voi pronunciate con il cuore per i non credenti è una preghiera buona. Prima di tutto nel vostro cuore sentite amore per loro, provate amore per loro, così loro diventano vostri fratelli e sorelle che non hanno avuto la fortuna di conoscere l’amore di Dio come avete avuto voi. Non criticateli, non giudicateli; ma amateli, pregate per loro e date il vostro buon esempio. è questo il modo per cambiarli, per aiutarli e così asciugherete le lacrime dal mio volto per loro”. Perché la Madonna, come Madre, desidera tutti noi sulla via giusta, sul cammino giusto, sul cammino che guida a Gesù Cristo; quando vede che i Figli non vanno sul cammino giusto, Lei soffre. Io vi prego con tutto il mio cuore: pregate per coloro che non hanno conosciuto l’amore di Dio, perché se anche soltanto una volta poteste vedere le lacrime sul volto della Madonna, sono sicurissima che preghereste con tutto il vostro cuore. 

Molti pellegrini quando vengono qui a Medjugorje pensano che noi veggenti siamo privilegiati, che basta dire a noi le loro intenzioni e la Madonna le esaudirà; o forse addirittura che basta toccare i veggenti, ma questo è sbagliato. La Madonna non conosce i privilegiati. Siamo tutti suoi figli e Lei ci sceglie per varie missioni. Ha scelto noi veggenti per riferire i messaggi e ha scelto voi perché siate apostoli di questi messaggi. 
Per me oggi è una giornata particolare, perché oggi ho visto il suo volto, ho sentito come è bello stare con Lei.... io darei la mia vita per le mie figlie, ma quando sono con la Madonna le mie figlie non esistono più. Esiste soltanto il desiderio che lei mi prenda con sè, perché possa contemplare per tutta l’eternità il suo volto e il suo amore. Scusate, ma oggi sono ancora emozionata dopo l’apparizione. Potete immaginare com’è difficile continuare questa vita dopo tale esperienza. Mi chiudo nella mia camera in preghiera e prego quanto ho bisogno perché Dio mi dia la forza di andare avanti. Penso: Dio mio com’è bello in Paradiso, com’é bello guardare Lei per sempre… E Gesù? Ancora di più!… Come poter parlare di queste cose?…»                                                            

 


Capodanno a Medjugorje Per i giovani

Gioia. La fede è vera gioia e, se non ne siamo pieni, non possiamo pensare di essere veri credenti. Stiamo organizzando questo viaggio, soprattutto per chi non è mai andato a Medjugorje, perché ha paura di trovarsi in mezzo a processioni di vecchiette e noiosi rosari. Invece Medjugorje è piena di meravigliosa gioventù in un’atmosfera di pace e ordine che riempie l’anima. Tutti abbiamo difficoltà nella fede, perciò abbiamo bisogno dell’aiuto della nostra vera Madre. Alloggeremo in campagna presso la pensione della veggente Ivanka, dal 29 dicembre 2014 al 5 gennaio 2015 per 8 giorni e 7 notti, viaggio compreso con Pullman GT e nave via Ancona. Costo totale solo 369 euro, passaggio ponte/poltrona. Partenze da Latina, Nettuno, Anzio, Aprilia, Pomezia, Roma, Tivoli.  Per info: Alessandra 069276222, Pierluigi 3393446368.

Alberico Cecchini (in foto con la veggente Mirjana), direttore della rivista Acqua & Sapone e ideatore 
del viaggio per i giovani

 


Condividi su: