acquaesapone Genitori&Figli
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri

Tutta colpa del telefonino

I pro e i contro dei cellulari più all’avanguardia spiegati da una bambina

Gio 30 Lug 2015 | di Lucrezia L. | Genitori&Figli

Quando i preadolescenti eravamo noi, le riviste erano piene di dibattiti su bambini e tv. I nostri genitori ci profetizzavano conseguenze fosche: perdita della vista e rimbambimento precoce erano certi e inevitabili. Roba del passato, ora è tutta colpa del telefonino: Dicono le statistiche che tra gli 11 e i 17 anni solo il 5% dei ragazzi sopravvive senza un cellulare. Ma leggendo la lettera indirizzata ai genitori da Ginevra, una brillante undicenne abruzzese figlia di amici, mi è venuto il dubbio che, al contrario, il telefonino renda più svegli e sagaci. Ve la riporto praticamente integrale.
“Motivi, pro e risoluzione dei contro per cui non sarebbe un problema comprarmi l'iPhone 5C per la promozione.
Motivi: 1 - Il mio cellulare non reggerà ancora a lungo. 2 - Ho avuto risultati niente male a scuola (e poi ho anche fatto la prima media). 3 - Vi vorrei ricordare che là fuori ci sono bambine, anche più piccole di me, che fumano, bevono e si drogano, io invece l'unica trasgressione che compio è di non saper ripiegare i panni alla perfezione. 4 - Ho un futuro brillante, non potrò mica entrare nel mondo del lavoro con un S3 mini che avrà più di vent'anni. 5 - I miei compagni di classe prendono in giro il mio telefono. 6 - Ho un grande senso dell'umorismo.
Pro: 1 - Avrò più possibilità di comunicare con un telefono che si blocca meno. 2 - Non patirò le pene della tristezza, potendomi scaricare app non presenti su playstore, ma presenti su apple store. 3 - Non vi scoccerò più per il telefono. 4 - Mi impegnerò di più a scuola per questo magnifico regalo. 5 - Non costa nemmeno molto, se lo acquistiamo durante il periodo dei saldi estivi.
Contro (e risoluzione di questi): 1 - Costa molto: potremo considerarlo anche come regalo di compleanno e/o comprarlo con una colletta tra familiari. 2 - Starei molto attaccata al cellulare: visto che mi avrete fatto questo gran regalo, come regalo per questo gran regalo potrei fare una "dieta di tecnologia" e usarlo poco. 3 - Il mio cellulare sarebbe a rischio furto perché gli iPhone sono più ricercati e buoni delle altre marche sfigate (tipo l'S3 mini): a) Esiste un'app chiamata "trova il mio iPhone" della apple che potremmo installare sul cellulare di mamma e, in caso di perdita, localizzare il mio telefono. b) Visto che lo adorerei starei molto attenta al mio iPhone. 4 - Se si rompe i pezzi di ricambio costano di più: a) Ho mai rotto qualche pezzo del mio vecchio telefono? No! Quindi mi sembra improbabile che serviranno pezzi di ricambio. b) Esistono le COVER, plebei. 3 - Ripeto, visto che lo adorerei ci starei molto attenta”.

Lo so, è un capolavoro di retorica. Chiunque lo abbia letto ha avuto la stessa reazione: se non glielo comprano loro, pago io. Di certo la lettera è il miglior saggio possibile sul rapporto tra ragazzi e cellulare: 1 - è oggetto di adorazione. 2 - è importante per “comunicare di più”. 3 - Il modello può influire sul grado di considerazione sociale tra i coetanei. 4 - La loro consapevolezza tecnologica è superiore a quella dei genitori. 5 - Vengono anche loro bombardati dagli allarmi genitoriali sulle troppe ore di uso, come accadeva a noi con la tv. 6 - Sostituisce la tv nella fruizione di consumi culturali e di svago. 7 - A differenza della tv, però, consente una comunicazione bidirezionale, quindi presenta rischi diversi, di cui nella lettera non c’è traccia. In ogni caso, cara Ginevra, grazie per la lezione. E non preoccuparti per il futuro: hai un futuro nel campo delle vendite. O forse in politica o nell’avvocatura come papà. Che, ovviamente e giustamente, ti ha comprato un modello più fico di quello richiesto.


Condividi su: