acquaesapone Editoriale
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri

Ora si vede la luce

Sì, l’Italia sta uscendo dalla crisi, ma dove si gioca tutto?

Gio 22 Ott 2015 | di Alberico Cecchini | Editoriale

La ripresa!!! Evviva, dopo 8 anni di crisi intensa e dolorosa, finalmente si tornano a vedere tanti segni + sui dati economici. Merito di noi italiani, operosi e risparmiatori come le formiche, che continuiamo eroicamente a tirare avanti una carretta comunque troppo pesante. Di debiti contratti in 30 anni di sbornia di tangenti.

Cresce la fiducia nel futuro e questo è un bene immenso. Dobbiamo fare squadra e sfruttare con cura questo benedetto momento di cambio del vento, anche se ancora non è per tutti. Insomma, niente vacche grasse ancora, ma neanche tracollo imminente dell’Italia come per anni abbiamo temuto. Non dimentichiamo che l’abbiamo scampata per un pelo. 
Merito nostro quindi, ma direi anche di Matteo Renzi che, comunque, nel bene e nel male ha impresso un’altra marcia ai tempi della politica. L’Italia immobile da decenni sta rapidamente cambiando: chi l’avrebbe mai detto un paio di anni fa? Però... L’Italia è un Paese malato di debito pubblico e si sta rimettendo in piedi con il doping dei soldi dall’Europa.

Se Renzi non dimezza la corruzione, fra pochi anni staremo peggio che mai. Non dico che debba estirpare, cosa che sarebbe utopia, ma portare a livelli medi europei. Ora o mai più, Renzi! Qui si gioca tutto il futuro. Non solo per te, ma per tutti noi italiani. Wolkswagen insegna.


Condividi su: