acquaesapone Editoriale
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri

Vivere č come sciare

Liberiamo la nostra sessualitā oltre il buon senso comune

Gio 04 Feb 2016 | di Alberico Cecchini | Editoriale

Vivere è un po’ come sciare. In entrambi i casi è importante lasciarsi andare, superando ogni paura. Le montagne innevate sono belle anche solo a guardarle, ma se le discendi con gli sci le gusti, le respiri e ti entrano dentro, tanto che le fai tue e non cambieresti due settimane alle Maldive con una a sciare.

Per chi non ha mai sciato, sembra una roba contro il buon senso comune e ne ha paura. Buon senso e paura troppo spesso ci ingabbiano e conformano, impedendoci di amare. E quando dico amare non intendo solo verso il partner e i figli, ma anche verso la vita stessa, l’umanità, la natura. E soprattutto verso la propria persona, che è la cosa più difficile.

Abbiamo bisogno urgente di amare la nostra persona molto di più e in modo nuovo. Abbiamo urgente bisogno di perdonarci, di non giudicarci più, di ascoltarci, di nutrirci di un cibo più sano che è l’amore. Amore è cogliere, rispettare e valorizzare l’immensa potenzialità nostra e di chi ci sta intorno. E viverla pienamente oltre ogni ragionamento di convenienza. Come sciare, finché non lo facciamo non lo crediamo interessante  e ne abbiamo anche timore, così quando amiamo comprendiamo che solo quello può darci quella gioia che non vorremmo mai più perdere. E che null’altro ci può dare. Questa è l’unica vera rivoluzione capace di cambiare il mondo, partendo da quello che ci sta intorno. Questa è la vera liberazione della sessualità. Che vuole amore e se non ama soffre, perciò cerca appagamento in modi ridotti, senza mai gioia vera. Questa verità nessuno ce la può imporre, la dobbiamo solo vivere sulla nostra pelle per scoprire quanto è vera.

Non sono i diritti, la legge, l’avere o il piacere che possono renderci felici, ma solo il cercare e l’aprirci ad un amore all’altezza di tutta la nostra dignità immensa. Addirittura di figli di Dio, creati nientemeno che a Sua immagine e somiglianza. E, come per chi non ha mai sciato, sembra proprio una roba contro il buon senso comune. Buon senso che troppo spesso ci ingabbia e conforma rendendoci sterili. Proprio come gli animali selvatici in gabbia che non si riproducono più.


Condividi su: