acquaesapone Media
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri

Il successo social di Made in Sud

Il programma comico di Rai2 esempio di una Rai nuova e multipiattaforma

Gio 28 Apr 2016 | di Antonio Padovano | Media
Foto di 5

Nell’ultimo periodo la Rai ha dimostrato di saper creare contenuti apprezzati anche sui social network: basti pensare ai programmmi dedicati all’Expo e al trionfo dell’ultimo Festival di Sanremo.
Attualmente si consolida sempre di più il successo social del programma “Made in Sud”, in onda con buoni ascolti su Rai2 nella prima serata del martedì. I numeri parlano chiaro: da un lungo periodo, anche quando non è in onda, il programma occupa il podio del SocialScore, la speciale classifica social dei programmi e dei personaggi della tv stilata da TvZap del quotidiano La Repubblica; inoltre, con più di un milione di fan, la pagina ufficiale su Facebook di “Made in Sud” risulta essere di gran lunga la più seguita delle trasmissioni Rai, subito dopo “Report” di Rai3.
La Rai vuole tornare a raggiungere quella fascia più giovane di pubblico che negli ultimi anni si è allontanata. Nel programma “Made in Sud” è molto curata l’interazione quotidiana con i telespettatori, anche nei lunghi periodi di assenza del programma dalla tv. Durante la diretta televisiva, oltre al simulcast sul web, agli appassionati è offerta la possibilità di rivedere istantaneamente sul sito www.madeinsud.rai.it le singole esibizioni dei comici preferiti. Inoltre, è garantita una forte interazione live sia su Facebook che su Twitter, utile non solo per proporre aggiornamenti continui su cosa succede dietro le quinte, ma anche per imparare dalle reazioni del pubblico ai vari sketch e tentare di migliorare l’offerta.
Nel programma realizzato a Napoli, la platea social di “Made in Sud” è in continua crescita perché viene curata molto la relazione con il pubblico. Nonostante la trasmissione comica realizzata nel Centro di Produzione Tv di Napoli sia un programma settimanale e con un numero limitato di appuntamenti stagionali, il suo grande successo social è il frutto di un lavoro accurato e continuo sul web e sui social network durante tutto l’anno, per costruire un rapporto costante con il pubblico, certi che ogni giorno “ridere fa bene”.
Ad esempio, già dalla passata edizione di “Made in Sud”, per ogni puntata andata in onda, viene proposto con successo il video “Extra Onda”, frutto di un innovativo format web-nativo che fa conoscere il numeroso cast nella propria quotidianità, raccontando anche in modo inedito ciò che si vive durante la realizzazione delle prove e della diretta tv.
Nello scorso autunno, anche se la trasmissione non era in onda, ha ottenuto un notevole riscontro la campagna social “A scuola con Made in Sud” rivolta agli studenti della scuola media, con clip dei vari comici dedicate all’inizio dell’anno scolastico.
Naturalmente, tutto questo è possibile grazie all’impareggiabile disponibilità ed ironia dei conduttori e dei comici, dell’intero cast e della produzione del programma!
Un programma radiotelevisivo apprezzato dal pubblico e presente sui social network è più forte se si apre anche alla solidarietà. “Made in Sud” in questa edizione si è impegnata in questa direzione, collaborando con due associazioni: la Fondazione Pol.i.s. per le vittime innocenti della criminalità, alla quale sono devoluti i proventi della vendita dei biglietti della diretta televisiva, e la onlus Italia Solidale, per la diffusione di una Nuova Cultura di Vita per i bambini e le famiglie. Social è bello e ridere fa bene: ma aiutare chi soffre è meraviglioso!

 


 

La Rai punta sui social network

La Rai si apre al cambiamento nello sforzo di trasformarsi in una media company multipiattaforma. Questo impegno è visibile anche nell’organizzazione che il nuovo Direttore Generale Campo Dall’Orto insieme al presidente Monica Maggioni, sta disegnando per la tv di Stato. Tra l’altro, è stata creata la nuova Direzione Digital, alla guida della quale il direttore generale della Rai Antonio Campo Dall’Orto ha recentemente chiamato il manager Gian Paolo Tagliavia, con cui ha lavorato per tanti anni in Mtv e La 7.

 


 

Rai2 e “Made in Sud” sempre più social

Nel palinsesto di Rai2 trovano posto varie trasmissioni con una presenza importante sul web e sui Social Network, come ad esempio “The Voice”, “Voyager”, “Pechino Express” e “Quelli che il calcio”. Tra questi risalta “Made in Sud” i cui risultati hanno le radici nella formula realizzata, sotto la guida del Capo Struttura Fabio Di Iorio, con la società Tunnel Produzioni. La trasmissione ha più di un milione di fan su Facebook e, anche quando non in onda, è nelle prime posizioni nella classifica SocialScore di TvZap, grazie anche alla ricca offerta di contenuti video esclusivi, come il format web-nativo “Extra Onda” di Giuseppe Stabile, Social Media Manager di Rai2 e del programma, che cura anche le riprese e la regia del video, pubblicato per ognuna delle puntate andate in onda in tv.


Condividi su:
Galleria Immagini