acquaesapone Bambini
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri

I figli? Lasciateli liberi

Non riempite necessariamente il loro tempo estivo: anche la noia fa bene

Gio 30 Giu 2016 | di Angela Iantosca | Bambini
Foto di 2

Arriva l'estate e i genitori si trovano sempre con lo stesso problema da affrontare: dove lascio i bambini se devo lavorare e non ci sono nonni o strutture attrezzate per l'intrattenimento? E se poi si annoiano? C'è chi quindi trascorrerà l'estate in casa in attesa della vacanza familiare, altri avranno la 'fortuna' di avere tre mesi programmati tra Italia e estero, sballottati da una parte all'altra come pacchi postali, qualcuno avrà la fortuna di stare un po' di più con i nonni e gli amici del quartiere. Ma cosa dicono i pediatri? Davvero la noia è un problema? Dal Bambin Gesù arriva un consiglio: “Lasciateli liberi!”. Liberi di muoversi, di gestire il loro tempo e anche di non fare nulla!

LIBERI DI MUOVERSI
A suggerirlo è Cristiana De Ranieri, psicologa clinica dell'Ospedale romano: “I giovani arrivano da un periodo impegnato e da settimane molto organizzate, scandite da ritmi serrati, sia per la scuola, sia per le varie attività come gli sport”, quindi non è necessario “riempire il tempo dei propri figli con qualcosa da fare: dar loro la possibilità di gestirsi con maggiore autonomia, riposare, dormire, fare cose non organizzate, perdere un po’ di tempo in relax, talvolta anche lasciarli annoiare vuol dire restituirgli una dimensione che non conoscono più. è un tempo ritrovato importante”. Via l'ansia, dunque, cari genitori! 

GELATO Sì O NO?
E sempre nella stessa ottica, consentiamo qualche trasgressione, come il gelato! Per Giuseppe Morino, responsabile di Educazione Alimentare è importante che i bambini continuino a fare la colazione mattutina alzandosi non troppo tardi; che ci sia uno spuntino di frutta a metà mattina e a metà pomeriggio e un pranzo e una cena variate e ricche di verdure. Ma il gelato “di tanto in tanto, può essere una buona alternativa alla merenda o un modo gustoso per chiudere il pasto serale”. Per i bambini in sovrappeso sempre meglio i gusti alla frutta. 

AEREO Sì, ANCHE PER I PICCOLI
Ma veniamo ai consigli pratici di viaggio per tranquillizzare i genitori… Se avete bambini molto piccoli, potete portarli in aereo. Solo un consiglio, fate deglutire il bambino (offrendogli latte o acqua) al decollo e all'atterraggio.

1 BICCHIERE D’ACQUA OGNI 30 MINUTI
D'estate si suda di più e questo è noto. E l'attività fisica, ovviamente, incrementa la sudorazione, quindi non dimenticate di far bere i vostri figli. “I bambini – spiega Attilio Turchetta, responsabile di Medicina dello Sport – comunicano più facilmente il senso di fame che non della sete. Quindi bisogna essere preparati ad offrirgli da bere durante l'allenamento, ricordando che un bambino di 10-12 anni dovrebbe bere un bicchiere d'acqua ogni mezz'ora”. Fategli mangiare tanta frutta, che contiene acqua, ed evitate i succhi di frutta.

PROTEGGETELI DAL SOLE 
Se i bambini stanno troppo al sole o se provano fastidio per la luce intensa, basta un cappellino con visiera. Mentre è importante la protezione solare come spiega la dermatologa May El Hachem. Utilizzate filtri ad alta protezione e non esponete i bambini ai raggi solari dalle 11.30 alle 16:30. Se i figli soffrono di allergie, spiega Alessandro Fiocchi, responsabile di Allergologia, continuate a fare quello che avete sempre fatto! E, come consiglio personale, evitate di coprire la sera i piccoli per paura dell’aria, mentre voi vi aggirate per le strade con abiti leggeri! Anche loro soffrono il caldo...
 


Condividi su: