acquaesapone Italia Solidale
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri

Ecco perché soffriamo più qui che in Africa

La scuola di sviluppo di vita e missione prepara le persone a vedere e risolverei mali più attuali

Gio 29 Set 2016 | di Padre Angelo Benolli | Italia Solidale

Con le missioni di Italia Solidale siamo legati ai vari continenti dell’Africa, del Sud America e dell’Asia, quindi non discriminiamo i bambini per religione, perché chi crea è Dio. È Lui che sempre li crea. E li crea sempre diversi. L’energia di ogni bambino è diversa ed irripetibile, ma tutti sono veramente figli di Dio. 

A breve ripartirà a novembre, qui a Roma, la nostra speciale Scuola per il volontariato di sviluppo di vita e missione, cui partecipano persone da tutta Italia e anche dalle missioni. Quindi noi portiamo ovunque e anche in Italia questa esperienza e questi contenuti per uscire da tutti gli inganni contro la vita. Inganni che sempre, prima di tutto, fanno fuori i bambini. Il peggio poi non é tanto la morte fisica del bambino - e ne muoiono di fame migliaia e migliaia ogni giorno - ma è la morte del carattere e dello spirito. Questa mortificazione proveniente dal non amore è di gran lunga peggiore che la morte del corpo. Ora qui tra di noi i bimbi soffrono perché troppe coppie stanno spiritualmente, e quindi sessualmente, così male che oltre il 50% si separano. 

E tante non possono nemmeno avere bambini. E non c'è colpa. In cinque anni l’impotenza è aumentata del 25%. 

Ora, questa morte della vita proviene da grandi inganni secolari. Ma anche quando il bambino nasce, se non c’è la pienezza dell’amore, sempre il bambino, in proporzione soffre, prima nello spirito e poi nel corpo. La sintesi di oltre 50 anni di approfondimento ed esperienza nel sostegno alle persone è il contenuto della nostra Scuola di Vita e Missione.


Condividi su: