acquaesapone Editoriale
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri

Questo Ŕ il mio ultimo editoriale

Talvolta, per lasciar crescere ci˛ che si ama, occorre fare un passo indietro

Mer 04 Gen 2017 | di Alberico Cecchini | Editoriale

Non lo scriverò più io questo editoriale, non sono più direttore di “Acqua & Sapone”. Beh, dopo oltre 12 anni di sangue, lacrime ed inimmaginabili successi, mi autolicenzio (ne sono anche l'editore). Devo staccarmi dalla mia creatura, come un genitore fa con il figlio ormai adolescente. Anche per dedicarmi agli altri giornali che pubblico. Comunque, continuerò a scrivere articoli.
 
Lascio un giornale con oltre 2 milioni di lettori abituali, un gradimento elevatissimo e una raccolta pubblicitaria in grande crescita. E lo lascio in buone mani: Angela Iantosca, coraggiosa e frizzantissima giornalista, che è cresciuta proprio nella nostra redazione fino ad arrivare a collaborare con la Rai, con i importanti periodici italiani e a scrivere libri che hanno vinto autorevoli premi nazionali. 

Ma capace anche di dire no, quando occorre. Come ha appena fatto con un programma televisivo, in cui mancava il rispetto per le persone. Proprio quello che noi sempre abbiamo messo al primo posto. I lettori per noi prima di tutto sono persone, non clienti o elettori. Rispettare significa tante cose, che sintetizzerei così: saper cogliere il meglio che c'è nell'altro, per sostenerlo nella sua valorizzazione.  

D'altronde possiamo sostenere gli altri solo se riusciamo a valorizzare noi stessi. Non ci riusciamo sempre, ma ci proviamo e abbiamo ottenuto una stima ed un affetto da parte vostra che ci ripaga cento volte dello sforzo. Che talvolta è arrivato a farmi sentire male. Ma oggi almeno non ho rimpianti, certo di aver dato ciò che potevo.
In bocca al lupo Angela!
 

Condividi su: