acquaesapone Attualità
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri

Locals Know Best: la gente del posto ne sa di più!

Una App ti fa conoscere in modo diverso i luoghi che vai a visitare, grazie alla gente del posto...

Mer 26 Lug 2017 | di Fabiana Magrì | Attualità

Monumenti, musei, parchi, piazze… ogni città ha i suoi luoghi simbolo e le sue attrazioni. Tutte le guide li elencano, tutti i turisti ci vanno, spesso li conosciamo ancor prima di averli visitati: li abbiamo visti in televisione, ne abbiamo letto su libri e giornali, li abbiamo trovati navigando su internet e nei social. Sono i ‘’must-see’’, i ‘’cult’’, tutto quello che non si può partire senza averlo onorato con una visita. Eppure, soprattutto nelle grandi città, è difficile andare oltre a quella superficie a portata di turista. 
Per chi riesce ad andare più a fondo, c’è una dimensione ‘’local’’, quella a cui solo la gente del posto può farci accedere, che spesso ha un valore emotivo inestimabile. Se non c’è nessun amico a farci da guida nella città che stiamo per visitare, nessun problema! Grazie alla app “Cool Cousin” (scaricabile gratuitamente, per adesso solo per iOS ma presto anche in versione Android) ci sono tanti ‘’cugini fighi’’ pronti a condividere con noi i loro indirizzi preferiti.

DOVE TROVARLI
Sono 21 i ‘’cool cousin’’ italiani che ne sanno una più del diavolo su Milano, Roma e Venezia, 118 ‘’cugini’’ ci aspettano in dieci città europee (Amsterdam, Barcellona, Berlino, Budapest, Lisbona, Londra, Mosca, Parigi, Praga e Stoccolma) e 35 sono pronti a dare consigli a chi visita New York e Rio De Janeiro. Ben 69 sono i ‘’local’’ che hanno mappato i posti più di tendenza di Tel Aviv, città dove la app è nata, grazie al fiuto di cinque amici, esperti di tecnologia e guru urbani. Presto anche Copenhagen, Istanbul, Madrid e Los Angeles avranno i loro “Cool Cousin”.

COME FUNZIONA
Dopo la registrazione tramite indirizzo email o Facebook, il primo passo è la scelta della città. Ogni destinazione offre un elenco di persone di cui possiamo sapere nome, età e professione. Non solo. Per ciascuno possiamo leggere una presentazione e informazioni sui gusti musicali, cinematografici, gastronomici... un modo simpatico ed empatico per conoscere meglio il nostro cugino a distanza, capire se abbiamo affinità e se i suoi consigli sono giusti per noi. Per lo più si tratta di giovani con professioni creative (artisti, designer, musicisti…) tra i 20 e i 40 anni. Con qualche eccezione come Natalia (designer 50enne di New York), Meir (direttore creativo 56enne di Tel Aviv) e Uli (collezionista d’arte 62enne di Berlino). Scelti uno o più ‘’cugini’’ ideali, si ha accesso alla mappa della città con i loro suggerimenti che vanno da ristoranti a cocktail bar e locali notturni, da luoghi di interesse culturale a indirizzi per lo shopping. Per ciascun posto è segnalata la pagina Facebook ed è perfino possibile prenotare una corsa Uber per arrivarci, direttamente dalla app. Una volta stabilito il rapporto di cuginanza, possiamo anche chattare con i nostri nuovi amici e chiedere loro maggiori dettagli e informazioni extra.

LIVELLI DI ‘FAVOLOSITÀ’
Tra gli obiettivi di “Cool Cousin” c’è quello di «elevare l'esperienza di viaggio a nuovi livelli di ‘favolosità’». Nadav Saadia crede che la nuova app «non solo renderà più attuale il modo in cui le persone viaggiano, ma contribuirà a liberarle dal fenomeno noto come FOMO (‘’Fear Of Missing Out’’, cioè la paura di perdersi qualcosa di importante - ndr). Noi mettiamo l'accento sul rapporto di fiducia. Crediamo di più nel consiglio di un amico che in 10mila recensioni». Gli obiettivi che i fondatori della app si pongono sono sia numerici e di riconoscibilità: «Entro la fine dell’anno vogliamo portare “Cool Cousin” in 100 città e rendere la app disponibile per tutte le piattaforme. Vogliamo diventare un fenomeno sociale, entrare nel lessico comune della gente. Hai presente quando qualcuno dice “ho un cugino a New York” e l’altro sa esattamente cosa significa?».                                                  

 


Condividi su: