acquaesapone Bella Italia
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri

I Viaggi dei “binari senza tempo”

Gite su treni d’epoca organizzate dalle Ferrovie dello Stato per non dimenticare come eravamo prima dell’Alta Velocitŕ

Mer 30 Ago 2017 | di Susanna Paparatti | Bella Italia
Foto di 10

Cavalcare il tempo a marcia indietro, lasciandosi alle spalle i treni dell'Alta Velocità e quelli meno rapidi, concedendosi il lusso dell'andar piano, su carrozze d'altri tempi, certamente meno moderne, ma non per questo poco affascinanti e spesso sconosciute ai più per una questione anagrafica. Binari senza tempo per viaggi, potremmo dire d'epoca, che la Fondazione FS Italiane, costituita nell'ambito del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane per preservare e valorizzare il nostro patrimonio, ha organizzato con un fitto calendario che copre tutto l'anno, aggiornando le sue proposte, parallelamente alla riapertura avvenuta lo scorso marzo del Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, alle pendici del Vesuvio, con Napoli e il mare accanto. 
Così ogni mese, dislocate su tutto il territorio nazionale, vengono organizzate gite su tratte al di fuori del normale circuito ferroviario, un modo per ammirare la quiete di percorsi altrimenti abbandonati per rammentare, a chi li conosceva, paesaggi e luoghi dove sentire solo il silenzio della natura e rivivere il 'come eravamo'. 
Linee dedicate alla storia, all'arte, alla natura, che sono state individuate, rese fruibili e manutenute sin dal 2014. Persino alcuni nomi dei pacchetti-viaggio riportano al passato, come la 'Transiberiana d'Italia' da Sulmona a Carpinone, oppure da Siena a Monte Antico su ‘Littorina’ d’epoca, ‘Reggia Express',  dal centro di Napoli alla Reggia di Caserta, l'‘Archeotreno Campania'  da Napoli a Pompei e Paestum, entrambi su treni storici con carrozze degli anni ’30 e ’50. Percorsi che, quando possibile, prendono spunto da manifestazioni enogastronomiche, culturali e naturalistiche dei luoghi che attraversano, dando vita a momenti di svago per adulti e bambini. Su richiesta è possibile noleggiare le carrozze anche per occasioni speciali.            


 

BINARI SENZA TEMPO

Delle diverse tratte dedicate allo scopo, fanno parte dal 2014: la ferrovia del Lago, da Palazzolo sull'Oglio a Paratico/Sarnico che scorre sulle rive del lago d'Iseo;
la ferrovia della Val d'Orcia, da Asciano a Monte Antico, sulle vie delle crete senesi;
la ferrovia del Parco da Sulmona a Castel di Sangro - è anche la più alta d'Italia dopo il Brennero –, passando per Roccaraso e i boschi della Majella;
la ferrovia dei Templi che si snoda da Agrigento bassa a Porto Empedocle, mostrando la grandezza della Magna Grecia, patrimonio UNESCO;
la Ferrovia della Valsesia che va da Vignale a Varallo, lambendo piedi del Monte Rosa;
la Ferrovia del Tanaro da Ceva a Ormea, fra i boschi e le rive del fiume;
la Ferrovia dell'Irpinia da Avellino a Rocchetta S.Antonio Lacedonia, all'interno del Parco dei Monti Picentini, le oasi del WWF del lago di Conza.


 

COME SCEGLIERE IL VIAGGIO E DOVE PRENOTARE

Sul sito  www.fondazionefs.it  si trova il calendario con la descrizione dei percorsi. è possibile acquistare i biglietti per i viaggi mediante tutti i canali di vendita Trenitalia: dal sito www.trenitalia.com, scaricando l'App per smartphone Trenitalia, nelle biglietterie e self service in stazione o nelle agenzie di viaggio che aderiscono all'iniziativa. Info: 06.44105766 - prenotazioni@fondazionefs.it

 


MUSEO NAZIONALE FERROVIARIO DI PIETRARSA

A Napoli, in una struttura che rappresenta una delle più belle architetture industriali, interamente restaurata, fruibile e disponibile con appositi spazi anche per allestire mostre e manifestazioni, si trova il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa. Collocato nell'ex Opificio Meccanico e Pirotecnico di Pietrarsa, voluto da Ferdinando II, oggi i 36mila metri quadrati, di cui 14mila coperti, ospitano la collezione di carrozze, locomotive d’epoca e cimeli ferroviari: dalla storica macchina a vapore Bayard, all'ex carrozza reale, alle carrozze 'Centoporte', immortalate infinite volte nelle pellicole dei più grandi registi italiani. Tra i modellini: l'Arlecchino, il Settebello e il plastico 'Trecentotreni'. 

 


I VIAGGI SU CARROZZE D’EPOCA  

DA BOLOGNA A PORRETTA TERME
17 settembre
Un viaggio su carrozze d'epoca "Centoporte" trainate dalla locomotiva a vapore Gr. 640 per ripercorrere i binari della storica ferrovia Porrettana. L'occasione è il "Festival delle Acque". Materiale rotabile di trazione: carrozze degli anni '30. 

DA TORINO A CEVA
17 settembre – 22 ottobre – 8 dicembre 
In treno storico sui binari della "Ferrovia della Val Tanaro" in occasione della Fiera Nazionale del Fungo a Ceva.

ARCHEOTRENO CAMPANIA
da Napoli a Pompei e Paestum
24 settembre - 22 ottobre - 26 novembre 
Dal centro di Napoli ai due Parchi Archeologici di Pompei e Paestum, Patrimonio UNESCO, viaggiando a bordo di un treno storico con "Centoporte", carrozze degli anni '30,  e "Corbellini", carrozze degli anni '50, trainate da una locomotiva elettrica degli anni '60 in livrea d'origine.

REGGIA EXPRESS
da Napoli a Caserta
8 ottobre
Dal centro di Napoli alla Reggia di Caserta viaggiando a bordo di un treno storico degli anni '30, su "Centoporte", carrozze degli anni '30,  e "Corbellini", carrozze degli anni '50. Il titolo di viaggio del “Reggia Express”, comprensivo della corsa di andata e ritorno, dà diritto all'ingresso gratuito e alla visita libera della Reggia di Caserta il giorno stesso del viaggio sul treno storico.

TRENO STORICO DA TORINO A PIEVETTA 
22 ottobre 2017 
In treno storico sui binari della "Ferrovia della Val Tanaro", con la visita del borgo di Garessio, con i suoi monumenti, l'Archivio Storico, il mercatino, le danze occitane e la castagnata.

 


Condividi su:
Galleria Immagini