acquaesapone Editoriale
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri

Notte prima degli esami

Esame di maturità: l’inizio di questa avventura che è la vita

Ven 25 Mag 2018 | di Angela Iantosca | Editoriale

Eh sì, me lo ricordo l'esame di maturità. Quella sensazione di non sapere niente, di non aver studiato a sufficienza, di non essere abbastanza pallida da convincere la commissione di non essermi esposta neanche per un attimo ad un raggio di sole.

I vocabolari pesanti, la campanella che ha un suono diverso dai cinque anni precedenti e i banchi disposti in corridoio, protetti dalla statua di Giulio Cesare che è ancora lì, con la sua corazza, il gonnellino e il braccio proteso in avanti, quasi volesse indicare il futuro verso cui guardare.


E mi ricordo la mattina degli orali: la musica a tutto volume per darmi la carica, la scelta del vestito giusto e quel tragitto fatto migliaia di volte da casa a scuola e diventato all'improvviso un percorso faticoso e sconosciuto… 
E poi la 'chiamata' e quella sedia solitaria davanti a occhi ed orecchie estranee, mentre dietro di me i compagni di classe facevano da mantello.
E quella stretta di mano finale, la prima di tante strette di mano, di tante sedie scomode, di tanti occhi ed orecchie estranei. E quel senso di leggerezza, alla fine, e la voglia di lanciare via lo zaino e correre incontro alla vita.

Perché, cari ragazzi, l'esame di maturità è solo l'inizio di questa avventura. 
È solo una delle occasioni in cui potrete dimostrare qualcosa agli altri, ma soprattutto a voi stessi. È il momento dei sogni e dei progetti, del domani che vi tende la mano, degli arrivederci e delle amicizie per sempre e soprattutto di una estate di cui succhiare l'essenza.
 

Condividi su: