acquaesapone Ambiente
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri

Glass to Power, le finestre del futuro che producono energia

Un’innovativa tecnologia consente di inserire negli infissi dei pannelli fotovoltaici invisibili in grado di sfruttare la luce del sole

Gio 25 Ott 2018 | di Domenico Zaccaria | Ambiente
Foto di 3

Finestre che producono energia invisibile dal sole. Sembra fantascienza e invece Glass to Power - una startup dell’Università degli Studi di Milano Bicocca - ha trasformato questa utopia in realtà e ha dato vita a una tecnologia che potrebbe stravolgere in breve tempo il settore delle rinnovabili, gettando le basi per l’edilizia sostenibile del futuro.

L’ENERGIA FOTOVOLTAICA
Nei prossimi anni gli edifici delle nostre città dovranno essere il più possibile autosufficienti dal punto di vista energetico, ma al momento la produzione di energia fotovoltaica con la tecnologia installata sui tetti non basta - principalmente per problemi di spazio - a coprire l’intero fabbisogno di un fabbricato, soprattutto in zone ad alta densità abitativa. E allora, perché non sfruttare le superfici vetrate per produrre energia, senza alcun impatto visivo per i proprietari degli appartamenti? Da questa idea è nata nel 2016 Glass to Power (G2P), con l’obiettivo di dar vita a finestre fotovoltaiche in grado di aumentare in maniera considerevole le superfici di un edificio sfruttabili per la produzione di energia elettrica, senza modificarne l’estetica. 

LE FINESTRE INTELLIGENTI
Tutto si basa sulla tecnologia LSC, che è l’acronimo di Luminescent Solar Concentrator. Utilizza dei nanocristalli inseriti in film sottili o in lastre di plexiglass, in grado di convertire la luce solare in raggi infrarossi che vengono riflessi all’interno del pannello fino ad arrivare al bordo dello stesso; qui una sottile striscia di celle fotovoltaiche al silicio converte i fotoni infrarossi in corrente elettrica con un’elevata efficienza. Gli LSC sono quindi completamente trasparenti e possono essere integrati nelle vetrocamere a doppio o triplo vetro che normalmente equipaggiano gli infissi, trasformandoli a tutti gli effetti in pannelli solari.

IL FUTURO E' DOMANI
Entro la fine dell’anno saranno immesse sul mercato le prime finestre sperimentali, mentre la commercializzazione vera e propria prenderà il via nei primi mesi del 2019: a sviluppo ultimato la tecnologia produrrà ben 50 Watt a metro quadrato. Se si considera poi che le architetture degli edifici moderni prevedono superfici vetrate sempre più ampie, si comprende come quella partita da Milano potrebbe trasformarsi a breve in una vera e propria rivoluzione. E in un futuro non troppo lontano, queste speciali lastre di plexiglass potranno essere utilizzate non solo per gli infissi, ma anche per ricoprire interamente gli edifici: un vero e proprio “abito” invisibile e in grado di produrre enormi quantitativi di energia.


Condividi su: