acquaesapone Interviste Esclusive
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri

Valerio Scanu: Credo in me!

A soli 20 anni ha già pubblicato tre dischi e vinto l’ultimo Festival di Sanremo

Ven 26 Mar 2010 | di Angela Iantosca | Interviste Esclusive
Foto di 4

Ha solo 20 anni (li compie il 10 aprile), eppure all’attivo ha tre dischi, la partecipazione alla scuola di “Amici” e la vittoria al Festival di Sanremo. Un vero fenomeno.
Cominciamo proprio dal successo sanremese e dalla canzone grazie alla quale ha ottenuto il primo posto, “Per Tutte Le Volte Che”: ti aspettavi di vincere?
«No, ti dico la verità… ma ci speravo tanto! Ho investito tanto: mi sono messo in discussione, ho investito tempo».
Chi avresti votato se tu fossi stato un semplice telespettatore?
«C’ero io e non riesco a mettermi in una posizione diversa. Mi fanno ridere quelli che dicono che avrebbero votato per altri. Non sono un ipocrita. Parteggiavo solo per me. Ho legato con Noemi, dal punto di vista umano, è una persona splendida! Ma con gli altri no! Quando si è in gara, ognuno gareggia per sé ed odio i finti buonismi».
è stato il Festival delle polemiche: cosa ne pensi?
«Le polemiche non mi interessavano per niente. Non riguardavano me, come il fatto che l’orchestra ha gettato via gli spartiti. E per quanto riguarda le critiche negative di alcuni giornalisti nei miei confronti posso dire che ci sono sempre come quelle positive».
Quale è la canzone che ti rappresenta di più del tuo nuovo album?
«”Credo in me”! È la canzone che più mi piace e mi rappresenta. E pensa che inizialmente non faceva parte del disco. Poi ho sentito questa canzone inedita ed ho chiesto di inserirla!».
Sei alla tua seconda fatica discografica, eppure sei giovanissimo: come stai vivendo tutto ciò?
«Sono abbastanza maturo e quindi riesco a fare tutto, ma riesco anche a restare con i piedi per terra… Quella della musica è una strada che voglio continuare a percorrere».
La Sardegna sta producendo grandi artisti e volti noti del mondo dello spettacolo. Quanto ti manca?
«Sono molto impegnato, ma faccio in modo di non farmela mancare. Mi organizzo in modo da tornare appena posso!».
Su cosa stai lavorando?
«Sul tour che partirà il 25 aprile».
Hai detto che non sei ipocrita: quali altre cose non sei?
«Non sono cattivo e sono sincero!».
Il complimento più bello che ti hanno fatto come artista?
«Stai crescendo bene!».
La popolarità porta anche ai bagni di folla: come li vivi?
«Mi piacciono molto i bagni di folla. Qualche giorno fa sono stato assalito da molti fan e io sono rimasto lì a fare foto e a firmare autografi. Mi diverto e non fuggo: anzi ben vengano!».
Torneresti a Sanremo?
«è stato faticosissimo… ma perché no?». 

 




TALENTO
Nato alla Maddalena, il 10 aprile del 1990, dopo aver partecipato da bambino a diversi spettacoli televisivi musicali come “Canzoni sotto l'albero” e “Bravo bravissimo”, ha debuttato ufficialmente nel 2008 partecipando all'ottava edizione del talent show di Canale 5 “Amici di Maria De Filippi”, arrivando in finale e classificandosi secondo. Ha firmato un contratto con l'etichetta discografica EMI che gli ha permesso, nel 2009, di pubblicare un EP, un album e alcuni singoli. Nel 2010 ha vinto il 60º Festival di Sanremo con la canzone “Per tutte le volte che...”. Contemporaneamente è stato pubblicato il suo secondo album, che ha preso il titolo dal brano sanremese.
 


Condividi su:
Galleria Immagini