acquaesapone Mondo
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri

Capodanno intorno al mondo

Da Sydney a Las Vegas, da Rio De Janeiro a Pechino

Ven 03 Dic 2010 | di Stefano Cortelletti | Mondo
Foto di 13

Celebrare il capodanno significa affrontare con più energia la propria realtà: ecco perché in questo giorno così speciale bisogna regalarsi un sogno.

Non c'è crisi che tenga: il capodanno va festeggiato. Ma, vuoi per pigrizia, vuoi per comodità, spesso si preferisce pagare 150 euro per il cenone al ristorante, metterci sopra altri 200/300 euro di vestito, 60 euro di parrucco, con tutte le varie ed eventuali del caso. Per rimanersene magari intorno casa e raccontare ai colleghi d'ufficio di un insoddisfacente menù, una volta tornati al lavoro. Ne varrà davvero la pena? Perché non regalarsi, invece, un sogno?

Di feste in giro per il mondo ce ne sono per tutte le tasche. Bastano 300 euro per trascorrere l'ultimo dell'anno ad Atene: cena a 15 euro con le specialità della cucina ellenica, festa in piazza a ritmo di sirtaki e fuochi pirotecnici all'ombra del Partenone. Partenza il 30 dicembre, ritorno il 2 gennaio, volo diretto da Roma e Milano con Alitalia o Aegean, hotel a due stelle vicino piazza Omonia. Divertimento garantito. Stesse date e stesso prezzo per Sofia, in Bulgaria, dove l'ultimo dell'anno si organizzano mega concerti nella piazza del Parlamento. Cenone a 5 euro: cosa c'è di meglio?

Sempre per rimanere in Europa, appare quasi banale trascorrere l'ultimo dell'anno a Parigi o Londra. Non che non sia affascinante, tutt'altro: ma per la spesa che uno deve sostenere per qualche giorno in queste due città (nulla a meno di 500 euro), meglio rinunciare per mete ben più lontane. A Parigi o Londra si può tranquillamente andare con i voli low cost a 20, 30 euro. Ma a capodanno proprio no: costi assurdi per gli hotel, per mangiare o anche solo per un drink.

La cosa sorprendente è, infatti, il prezzo per la capitale mondiale del divertimento per eccellenza: Las Vegas. Per molti rappresenta davvero il sogno proibito, il “viaggio della vita”, vista come una meta proibitiva specialmente per il Capodanno. Ma chi ha fatto un preventivo sui costi dei voli, si renderà conto che per Las Vegas bastano neanche 700 euro. Tasse incluse. Volo e albergo.

Troppo poco? Forse sì, se si decide di prenotare il 23 dicembre. Basta organizzarsi entro i primi dieci giorni di dicembre per avere una di quelle sorprese che davvero non t'aspetti. Partenza il giorno di Natale, ritorno il primo di gennaio. Gli alberghi costano poco, davvero poco. E non bisogna accontentarsi: 20 dollari per una stanza in un mega resort sulla Strip, la strada principale di Las Vegas. Il Circus Circus, l'Excalibur (quello fatto a forma di castello delle fiabe) o il Sahara sono le tre strutture davvero in grado, a pochi soldi, di regalare il sogno.

Il costo davvero proibitivo è quello della stanza in qualsiasi hotel la notte di capodanno. Ma chi ha davvero intenzione di andare a dormire, se poi il giorno dopo si riparte verso casa? Con 16 ore di volo, hai voglia a dormire! Anche perché le occasioni per trascorrere la notte più lunga dell'anno senza spendere un euro a Las Vegas sono davvero tante.

Il Capodanno è un vero e proprio evento: si chiama America’s Party Las Vegas New Year 2011 e non costa nulla. È una grande festa in strada, dove ammirare i fuochi d'artificio, anche quest'anno realizzati da Fireworks by Grucci di New York, un gruppo che si occupa anche di inaugurazioni presidenziali.

Un capodanno col “botto” a Las Vegas. Ma non solo. Con 700 euro si vola a New York (da Milano 800 euro) per darsi appuntamento con un altro milione di persone a Times Square (ma l'hotel deve essere rigorosamente fuori Manhattan). New York lavora un anno intero a questo appuntamento: per la prima notte del 2011 sono attesi vip del cinema e dirette televisive da tutti i canali mondiali. Anche in questo caso, per risparmiare bisogna partire il giorno di Natale: la città in questo periodo è sublime, affascinano le decorazioni, il grande albero di Natale al Rockfeller Center, lo shopping (i saldi in America iniziano a metà dicembre) ed il sogno viene vissuto in ogni istante, in attesa del “Miracolo sulla 34a strada”.

Il costo per una settimana è di 810 euro (25 dicembre - 1° gennaio) nella capitale della Cina, Pechino: volo Alitalia diretto... ma non vi aspettate grandi eventi: qui il capodanno si festeggia a marzo, la festa del 31 dicembre è ad uso e consumo dei turisti.

Ma un capodanno al caldo davvero non ha prezzo. Anzi un prezzo ce l'ha: con 1600 euro si sta a Rio de Janeiro dal 25 dicembre al 1° gennaio: caldo e fuochi d'artificio sulla baia di Copacabana. Pericolosa, però, la sera dell'ultimo dell'anno. Le gang locali sono pronte a fare le feste ai turisti.

Per chi vuole osare di più, infine, non si può perdere lo spettacolo pirotecnico nella baia di Sydney, con vista dal Macquaire Point sul Ponte e l'Opera House illuminati a giorno. Prezzo: 2200 euro, volo e alberghi inclusi, sempre dal 25 dicembre al 1° gennaio.

Non si tratta di fare i turisti, altrimenti i giorni a disposizione sarebbero pochi. Tutto deve essere vissuto in funzione del capodanno. Per dare una svolta vera al 2011 val la pena buttarsi nel sogno. Che poi tanto sogno non è: tutto è davvero realizzabile.

 

 


 

 

ADDIO PACCHETTI
Possono sembrare assurdamente bassi i prezzi per mete così lontane, per giunta nel periodo di capodanno. Ma basta smanettare su internet per avere la conferma. Ci sono siti che permettono di raffrontare i costi dei voli a seconda della compagnia aerea e del giorno di partenza. Per gli hotel, sul web se ne trovano a valanga. Basta perderci un po’ di tempo, avere la carta di credito a portata di mano, i documenti in regola e trovare l’offerta più conveniente. Quell’offerta che le agenzie di viaggio ed i loro pacchetti non ti daranno mai.


Condividi su:
Galleria Immagini