acquaesapone Londra
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri

Adolescenti inglesi

Tra alcool e problemi comportamentali

Mar 31 Mag 2011 | di Serena Marchionni | Londra

I teenagers inglesi sono indisciplinati e bevono troppo, soprattutto le ragazze, che hanno anche problemi comportamentali. Purtroppo sembra che i ragazzini britannici siano i peggiori d’Europa, maleducati ed aggressivi, è quanto emerge da un recente articolo del Daily mail, dove non si parla delle solite gangs giovanili, che già affliggono la società inglese, ma dei ragazzini che frequentano scuole, che non vivono nelle strade e che provengono da famiglie più o meno abbienti. Infatti, uno studio condotto dall’Istituto britannico di ricerca pubblica comportamentale, presentato in Parlamento, ha rivelato che il 27% degli adolescenti inglesi si sbronza regolarmente. è un fenomeno preoccupante, la media più alta in Europa, in confronto a paesi come la Francia con il 3%, l’Italia con il 5%.

Ragazzini aggressivi
Gli adolescenti inglesi sono anche i più aggressivi, con il 44% che è stato coinvolto almeno una volta in una rissa nell’ultimo anno. I ragazzini tedeschi sono i meno aggressivi e solo il 28% di loro ha dichiarato di essere stato coinvolto in uno scontro nell’ultimo anno. I ricercatori hanno spiegato che questi numeri e il disagio dei teenagers inglesi sono dovuti al fatto che questi hanno meno contatti in assoluto con gli adulti, in particolare con i genitori, se confrontati con il resto dei ragazzini europei. Nick Pearce, direttore dell’Istituto che ha presentato il rapporto al Governo per richiamare l’attenzione sul problema, ha dichiarato che i giovani sono “disconnessi” dagli adulti intorno a loro. Per questo soffrono di una disabilità sociale e sono meno sensibili di quelli che invece trascorrono più tempo in compagnia degli adulti. I ragazzini che provengono da nuclei familiari tradizionali hanno più probabilità di affermarsi nella vita ed evitare problemi in cui invece incorrono spesso i figli di un genitore single o di famiglie disgregate.
Secondo Pearce, ai ragazzini inglesi mancano anche le abitudini conviviali più scontate, come pranzare con i propri genitori, laddove questo è usuale tra i francesi e gli italiani. Secondo il rapporto inglese, in Italia, solo il 7% dei quindicenni non mangia insieme ai loro genitori, mentre in Gran Bretagna si tratta del 36%. Allo stesso tempo il 45% degli adolescenti inglesi trascorre tutte le sere fuori con gli amici. Dunque i giovani inglesi tendono a socializzare molto di più con i loro coetanei, ma non riescono a sviluppare quelle abilità sociali che vengono trasmesse dagli adulti. Infatti, il dialogo all’interno del nucleo familiare è importante.

Ragazzine bevono troppo e hanno difficoltà nella crescita
Un nuovo report pubblicato dall’Organizzazione per la cooperazione economica e lo Sviluppo inglese, ha evidenziato che le teenagers inglesi sono le più avvezze d’Europa all’alcool e si sbronzano più dei loro coetanei maschietti. A quindici anni, la metà delle ragazzine inglesi ha già esagerato con l’alcool più di una volta. Il report, commissionato dalla Think Tank Demos, ha dimostrato che quasi un terzo della popolazione ritiene che sbronzarsi in vacanza sia una caratteristica “britannica”. Sembrerà vero ai poveri abitanti di Salou, una piccola città spagnola a sud di Barcellona, che ha ospitato recentemente il Salou festival, un evento sportivo annuale per giovani inglesi che accorrono in massa per una tre giorni che lascia il segno ogni anno. Circa 5000 studenti tra i 18 e i 23 anni che tutto fanno tranne praticare sport. La maggior parte di questi giovani eccede talmente con l’alcool da finire in ospedale per intossicazione dopo aver compiuto atti vandalici ed esibizionismi di vario genere. Un evento che “El Mundo”, il noto giornale spagnolo, ha definito “vergognoso per tutti i genitori”. Il report ha anche dimostrato che le ragazzine inglesi incontrano molte difficoltà durante la crescita e sono cagionevoli di salute rispetto ai maschietti della stessa età, inoltre tendono a saltare i pasti per perdere peso, bevono alcool e fumano. Circa 900.000 ragazzine intervistate per il report hanno dichiarato di essere infelici, depresse e di percepire un senso di pressione perché devono costantemente cercare di essere perfette, essendo circondate da modelli televisivi sbagliati. Insomma vita dura per le teenagers inglesi che non sono felici e crescono nell’ansia e con scarsa autostima.  


Condividi su: