acquaesapone Interviste Esclusive
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri

Federica Pellegrini: un colpetto alla testa e due al cuore

Donna dei record, torna in vasca per i mondiali di luglio in Cina. Ma l’obiettivo rimane Londra 2012. I sogni, la famiglia e la grinta di una ragazza di 22 anni

Mar 21 Giu 2011 | di Angela Iantosca | Interviste Esclusive
Foto di 5

Ci ha fatto urlare, tremare, sorridere e gioire. Ci ha tenuti incollati alla televisione in quei minuti interminabili. Ci ha emozionato con le sue lacrime e inorgoglito per la sua caparbietà. In vasca è una record-woman, tra ori e primati mondiali. A soli 22 anni Federica Pellegrini è l’attuale detentrice del record del mondo nei 200 e 400 metri femminile stile libero, è la prima donna italiana ad aver vinto una medaglia d'oro nel nuoto alle Olimpiadi di Pechino 2008 (200m stile libero) ed è la prima donna al mondo ad essere scesa sotto i 4 minuti nei 400 metri stile libero. Ora, prossimo obiettivo, i mondiali in Cina, in programma dal 16 luglio, in attesa delle Olimpiadi di Londra del 2012, dopo le quali si prenderà un periodo di riposo e riflessione. «Mi sto allenando al meglio con duri esercizi di potenziamento e resistenza – racconta –. Mi sono trasferita a Parigi per essere seguita meglio e per rivoluzionare il mio allenamento».

Le tue specialità?
«I 200 e i 400 metri li farò sicuramente, per gli 800 abbiamo ancora dei dubbi. Vedremo più avanti. Il 3 luglio mi trasferisco in Cina per ambientarmi un po’, fino ad allora in piscina non farò che seguire i consigli di Philippe Lucas (ex allenatore della rivale Laure Manaudou, subentrato dopo Alberto Castegnetti, scomparso nel 2009, e la breve parentesi di Stefano Morini – ndr)».

Ma cominciamo dal principio: quando è nata la passione per il nuoto?
«Ero piccolissima quando mia madre mi ha messo nell’acqua della piscina per vedere che effetto poteva avere su di me. è stato un amore a prima vista! La consapevolezza che il nuoto sarebbe diventata la mia passione, l’ho avuta alla vigilia di una gara “under 14”, nella quale mi ero preparata al massimo: mi infuriai con il mio allenatore che non voleva convocarmi».

Che rapporto hai con l’acqua? 
«L’acqua è il luogo dove mi sento veramente libera e me stessa. Mi piace molto anche il mare, che è la mia meta preferita durante le vacanze, ma preferisco nuotare nell’acqua limpida della piscina (parla spesso nelle interviste con autoironia della sua paura delle acque fonde del mare – ndr)!».

A cosa pensi durante una gara?
«Vai alla grande, Fede. Ti sei preparata come meglio non potevi ed ora puoi vincere ancora!».

Ti ricordi la prima gara?
«Mi ricordo la prima vittoria, perché coincise con la prima scommessa vinta con papà: il mio primo tatuaggio».

Sei la nuotatrice italiana che ha vinto più titoli, oltre ad aver battuto più record: chi ti ha dato questa energia?
«La forza viene dalle mie forti motivazioni a dare sempre il massimo, ma è anche quella che deriva dal calore degli affetti e di quello dei mie fan, che miei stimolano sempre a fare meglio».

Sei giovanissima, eppure sei molto “diversa” dalle ragazze della tua età.
«Dedico la mia vita ad uno sport, ma i miei desideri e bisogni sono semplici e comuni a quelli di molti giovani della mia età».

Lo sport quanto aiuta nella vita?
«Lo sport è veramente fonte di puro insegnamento di vita. Ci si deve impegnare con costanza e determinazione per raggiungere risultati e soddisfazioni, affrontando con grinta anche i momenti più difficili. Alla fine però, quando arrivano le grandi soddisfazioni, tutte le rinunce e le fatiche vengono pienamente ripagate».

Prima donna italiana ad aver vinto una medaglia d'oro nel nuoto alle Olimpiadi di Pechino 2008 (200m stile libero): cosa significa per te essere donna?
«Aver coraggio, determinazione e sentire sempre il desiderio di essere preparate, qualsiasi cosa si faccia».

Ti sei trasferita a Parigi per lavorare con Philippe Lucas: cosa cambia tra un allenatore e l’altro? 
«Ogni allenatore che è stato al mio fianco mi ha trasmesso qualcosa; con loro ho vissuto fasi diverse della mia vita non solo come atleta. Al caro Alberto Castagnetti devo tutto (scomparso nel 2009 – ndr). Con Philippe Lucas, con il passare del tempo, c’è sempre più sintonia e rispetto».

A cosa hai rinunciato nella tua adolescenza ed ora giovinezza per il nuoto? A cosa non rinunceresti mai?
«Non ho vissuto quelle serate con le amiche in cui ci si diverte fino a tardi. Non rinuncerei mai alla costruzione di una famiglia mia e a dei figli».

Shanghai 2011 e Londra 2012: quali sono i tuoi obiettivi? 
«Mi aspetto di fare bene e di vincere il maggior numero di medaglie in diverse specialità. Questo è il mio sogno azzurro».

Sei scaramantica?
«Odio gli “in bocca al lupo” e, prima di entrare in vasca, ho un rituale: un colpetto alla testa e due pugni al cuore».

I tuoi familiari ti hanno sempre sostenuta?
«Sono fantastici e sono rimasti al mio fianco in ogni momento, soprattutto in quelli più difficili. Un giorno vorrei essere un genitore come loro (mamma Cinzia, papà Roberto e il fratello minore Alessandro - ndr)».

Il complimento più bello che hai ricevuto da sportiva e da donna.
«Sei una persona vera».

Nei momenti di difficoltà dove hai ritrovato la forza per ricominciare? 
«Credo in Dio e sicuramente nei periodi più bui mi sono affidata anche a preghiere molto personali. La forza per ripartire l’ho trovata soprattutto nell’affetto delle persone a cui tengo di più, che non mi hanno mai fatto sentire veramente sola».  
 


 

RECORDWOMAN
Federica Pellegrini è la nuotatrice italiana che ha vinto più titoli ed una delle poche europee ad aver battuto i record del mondo in più di una specialità. Nata a Mirano (Ve) il 5 agosto 1988, è l’attuale detentrice del record del mondo nei 200 e 400 metri femminile stile libero. È la prima donna italiana ad aver vinto una medaglia d'oro nel nuoto alle Olimpiadi di Pechino 2008. Durante i Campionati mondiali di Roma 2009, è stata la prima donna al mondo a scendere sotto i 4 minuti nei 400 metri stile libero. Nella stessa competizione ha vinto la finale dei 200 metri stile libero. Ai Campionati europei di vasca corta di Istanbul, è stata ancora medaglia d'oro, stabilendo un nuovo record mondiale (1'51"17). Ad agosto 2010, ai Campionati Europei di Budapest, ha ottenuto un bronzo negli 800 metri e l’oro nei 200 stile libero. Da febbraio si è trasferita a Parigi per seguire il nuovo allenatore, Philippe Lucas, e prepararsi per i Mondiali di Shangai del 16-31 luglio. Il suo obiettivo sono le Olimpiadi di Londra 2012 (La foto a sin. è stata scattata da Ugo Zamborlini per il lancio dell’mp3 player Nilox Swimsonic di cui è divenuta testimonial).


Condividi su:
Galleria Immagini