acquaesapone Australia
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri

Gli animali più pericolosi al mondo

Australia, terra incontaminata, tra coccodrilli, squali e altri animali letali

Gio 28 Lug 2011 | di Roberta Giaconi | Australia

“Quando viaggi nell’entroterra australiano, non dimenticarti dei coccodrilli!”. Parola di un sito locale di turismo. E non è un avvertimento dettato da un eccesso di scrupoli. In Australia ci sono oltre 100.000 coccodrilli, alcuni dei quali, i “coccodrilli d’acqua salata”, sono i più grandi rettili al mondo con i loro 6 metri di lunghezza. Vivono specialmente nel nord dell’Australia e ogni anno si registra almeno un attacco, “per colpa dell’imprudenza umana”, precisano gli esperti. Viaggiatori che si accampano con le tende troppo vicino ai fiumi, oppure bambini che si avventurano soli nelle aree dove gli animali sono presenti.

Sarà per la sua natura incontaminata e per i molti anni in cui è rimasta selvaggia e isolata, ma l’Australia ospita ancora oggi una quota considerevole degli animali più pericolosi al mondo. Il coccodrillo di acqua salata, prima di tutto, ma anche gli squali, tra i quali spicca lo squalo bianco. L’Australia ha uno dei più alti tassi di attacchi di squali al mondo, con i suoi circa 15 casi ogni anno. Raramente mortali, se può consolare. Ma se film e libri ci hanno ben preparato a temere i grandi predatori, l’Australia ospita ben altri pericoli, altrettanto letali, ma più subdoli, inaspettati, nascosti...

Attenti a dove fate il bagno!
Ben più pericolosa degli squali è la cosiddetta Vespa dei mari, la “box jellyfish”. È l’animale marino più velenoso del mondo e abita nel Queensland. Queste meduse sono trasparenti, di un blu pallido, difficili da vedere anche nelle acque pulite dell’oceano. Quando pungono il dolore è così forte da poter provocare da solo la morte. Da non sottovalutare anche il polpo dagli anelli blu, che - nonostante abbia le dimensioni di una pallina da golf - con il suo veleno può provocare paralisi e arresto cardiaco. Non si scherza neanche con il pesce pietra, che si mimetizza tra le rocce della grande barriera corallina: non gradisce molto essere calpestato e si difende pungendo, potenzialmente provocando shock, paralisi e morte.

Qualche serpente...
Ben sette delle dieci specie di serpenti più velenosi al mondo vivono in Australia. Tra queste spicca il taipan che, fortunatamente, si trova in alcune delle zone più disabitate del paese. Il veleno contenuto in un singolo morso può uccidere diversi uomini. A sua discolpa, il taipan è un serpente docile: si tiene alla larga dagli uomini e attacca soltanto quando si sente minacciato.

E i ragni
Per chi ha paura dei ragni, l’Australia è forse il paese da evitare. Si stima che ci siano nel paese circa 10.000 specie diverse di ragni. Soltanto due però sono pericolose per gli uomini: il Funnel-Web spider, il ragno dei cunicoli, e il Red-Back spider, il ragno dal dorso rosso. Il veleno del primo, stranamente, è molto tossico per uomini e scimmie, ma risparmia gli altri mammiferi.
Detto tutto questo, state tranquilli. Questi animali esistono e sono pericolosi, ma un incontro con loro è - fortunatamente - abbastanza raro. Visitando l’Australia forse è più importante ricordare, per amor di sicurezza, di tenersi sulla sinistra quando si guida la macchina!
 


LE “CONCHIGLIE CONO”
Sono carine le conchiglie cono. Hanno una bella forma, una trama delicata. A chi visita la barriera corallina potrebbe venire la voglia di prenderle in mano e guardarle, ma sarebbe probabilmente una cattiva idea. Hanno infatti un aculeo velenoso, contro il quale non esiste ancora alcun antidoto.


Condividi su: