acquaesapone Editoriale
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri

Conosciamo noi stessi?

È incredibile quanto poco sappiamo di noi e di ciò che dà gioia e vera qualità di vita

Lun 26 Set 2011 | di Alberico Cecchini | Editoriale

Abbiamo esplorato lo spazio e ogni luogo della terra, il corpo umano e le particelle subatomiche, ma siamo ancora incredibilmente ignoranti su quello che ci sarebbe più utile conoscere e che da sempre è l’enigma più grande: l’uomo. Grazie a Dio il nostro io è ben più del nostro cervello e, se riusciamo a sviluppare le sue potenzialità, è infinitamente potente. Altro che computer!

Soprattutto siamo ignoranti sull’inconscio, lì dove è il nostro vero io. L’inconscio è il vero nuovo terreno di conquista in questo terzo millennio. E su questo fronte ci vuole veramente tanta scienza e soprattutto una grande coscienza delle dinamiche reali della vita, di ciò che concretamente rende davvero sani, felici e pieni di amore o depressi, psicopatici e malati. 

Per natura siamo molto più che angeli, ma bloccati da mille condizionamenti. Il male oggi dilaga: occorre reagire.

Alcuni anni fa, distrutto da 30 anni di fallimento di relazioni, di psicoanalisi, di psicofarmaci e di fede, ho avuto l’opportunità di iniziare a scoprire le meraviglie del mio ‘Io potenziale’, grazie ad alcune scoperte, per alcuni tratti rivoluzionarie, che in molti nel mondo stiamo sperimentando con successo, e grazie alle quali questa rivista diventa ogni mese sempre più viva e gradita. A novembre terremo delle conferenze, partendo da Roma, per raccontare esperienze di rinascita. Prenotatevi mandandomi una mail e mettendo in oggetto: ‘incontro’. Per chi vuole partecipare più attivamente, scriva in dieci righe come trova ogni giorno la sua gioia. Parliamone, incontriamoci per darci e dare una mano. 


Condividi su:
Ricerche Correlate
editoriale gioia vita qualità