acquaesapone Italia Solidale
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri

L’Io potenziale

Un nuovo sapere sulla potenzialità della persona per un nuovo potere di liberarla

Mar 25 Ott 2011 | di Padre Angelo Benolli - Fondatore e Presidente di Italia Solidale | Italia Solidale

Sono arrivato alla scoperta dell’Io Potenziale dopo anni ed anni di aiuto alle persone che soffrivano perché non potevano far emergere la loro potenza, a causa di un modo di vivere erroneo, contraddittorio e subdolo, basato più sulla dipendenza dalla cultura degli uomini che sulla natura delle proprie forze e sulle forze di Dio.

La persona piena di forze di vita, creata ad immagine e somiglianza di Dio, si trova tra forze umane così negative, che subito viene disturbata nella comunione con l’amore verso Dio e di conseguenza, in proporzione, viene disturbata nel carattere o anima, nel sesso, nel corpo e nella mente. Per sopravvivere a tanto male si adatta a mille compromessi, perde così la sua essenzialità e libertà di persona unica ed irripetibile come vuole la sua identità, ed il suo carattere diventa insoddisfatto, violento e dipendente.

Nonostante ciò, ogni persona è sempre una creatura nuova e conserva dentro di sé, anche all’inferno, un’energia potenziale di vita che cerca sempre vita ed amore. Questa energia sempre viva, vero sigillo di Dio ed “eros” sostanziale, sempre presente in ogni persona anche all’inferno, è l’Io Potenziale; l’energia, cioè, del “totipotente, immortale e sessuale”, contenuta nelle cellule germinali, non può essere distrutta dal diavolo, dalla falsità o dalla violenza degli uomini. Nessuno infatti può negare che in ogni persona, dalla nascita alla morte, ci siano delle forze indipendenti, personali, che attendono rispetto o amore, e che queste sempre soffrano quando non incontrano tale amore o non lo possono trovare.
Per questo affermo che non si può mai ingannare impunemente la vita. 

Io sono credente. Mi sono convertito a Cristo con gioia, perché l’ho sempre trovato coerente con le proprie energie personali: non si è mai integrato e non è mai stato dipendente dagli uomini o dalle cose. Non andava dietro nemmeno alla Madonna. A dodici anni se ne è distaccato affermando che prima di stare con Lei o con gli uomini doveva stare con Dio. Coerentemente forte e gioioso lavoratore, non si integrò mai nella cultura del proprio tempo, non si ridusse mai alla mente ed alle leggi degli scribi e dei farisei, mai dipese dal potere rituale, culturale ed economico dei sacerdoti. 

Cristo è il primo uomo ricco di Dio che risorge. Tutto questo, io, da sempre l’ho sentito presente nel mio Io Potenziale, e per questo ho sempre ammirato in tutto Cristo ed ho visto che, come dice nel Vangelo, solo Lui era libero e capace di liberare. Questa libertà dagli uomini è ciò che Cristo esige primariamente dai suoi discepoli: “Maledetto l’uomo che confida nell’uomo”.

Tutto questo è vero, ma richiede una grande cultura per uscire da ogni inganno o male, e così, trovando pienamente se stessi come la Madonna, rimanere nelle forze di Dio, senza mai compromettersi con le forze del maligno. Questo stato di pienezza delle forze personali e delle forze di Dio è il Sacramento, la vera civiltà nell’amore. È l’Io Potenziale sviluppato. Solo dopo, come hanno testimoniato Abramo ed i profeti, si possono liberare e amare veramente gli uomini.                                 
    



SALVA UN BAMBINO L’AMORE TI SALVERÀ

Fare un’adozione a distanza con Italia Solidale salva la vita di un bambino e aiuta tutta la sua famiglia. Ma aiuti anche la tua persona perché stare dalla parte dei bambini dona gioia e salute.
Con 25 euro al mese fai una delle cose più importanti per la sua e la tua vita. 
Tel. 06.68.77.999

LINK
ItaliaSolidale.org
Intervista a Padre Angelo Benolli


Condividi su: