acquaesapone concorso iPad
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri

22) Dite quello che siete

Pattinare è Il mio modo di esprimermi

Mar 25 Ott 2011 | di Paola Fraschini | concorso iPad
Foto di 2

Ieri ho aperto una rivista e c’era scritto: ”la mancanza più grande che un uomo possa fare è non esprimere la propria vera identità, dite: quello che siete”.
In effetti, ben pochi sanno quello che sono, sono un’anonima Campionessa del mondo di pattinaggio artistico.
Pratico pattinaggio da quando sono piccola, adoro pattinare e credo sia uno sport davvero completo e spettacolare, ma silenzioso, non olimpico, quasi sconosciuto perché non è neppure su ghiaccio, ma su rotelle, è uno sport che vanta di avere una Nazionale italiana campione del Mondo da tantissimi anni, con atleti e allenatori di massime competenze! Ma per mantenermi il pattinaggio però non basta fare solo questo: è uno sport sottovalutato, no media, no denaro, no professionismo.
Spesso mi chiedo allora: ma perché continuo a pattinare? Forse è proprio nelle situazioni difficili che si tende ad andare più in profondità alle cose e a chiedersi davvero qual è il senso di tutto ciò. La risposta è che io pattino semplicemente perché provo delle emozioni impagabili, amo la danza, amo sentire il mio corpo che si muove a tempo di musica, adoro esprimere me stessa attraverso questo canale e far uscire il mio vero Io, emozionandomi ed emozionando chi mi sta guardando.
Entrare in pista e avere un momento tutto per me credo che sia una possibilità rara per poter esprimere davvero me stessa e avere la possibilità di far vedere al Mondo intero chi sono.
è una fortuna poter creare quella magia di essere un tutt’uno con l’Universo che in quel momento ti guarda con gli occhi dello spettatore e del giudice, e poter sentire il proprio corpo che in modo armonico segue quello che gli dico di fare, entrare in quello stato particolare, in cui ti sembra di essere avvolto in una bolla che leggera vola sulla pista. è per questo che pattino: non per i soldi o solo perché mi piace, ma per qualcosa di più profondo, per un qualcosa che per me è quasi “sacro”.
Non vorrei tenere tutto questo bagaglio sportivo e di vita per me, ma vorrei davvero gridare al mondo intero che è possibile esprimersi, avere la libertà, almeno ogni tanto, di essere se stessi e lo sport è un modo sano per raggiungere questo pieno stato di consapevolezza. La possibilità di scrivere quest’articolo, è già un grosso regalo per poter DIRE QUELLO CHE SONO. Quindi: grazie! Auguro di cuore a tutti di poter trovare il modo di esprimersi!                                   

 
 
 
 

Condividi su: