acquaesapone Italia Solidale
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri

A proposito dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza

Gio 01 Dic 2011 | di Alberico Cecchini | Italia Solidale

Esiste un diritto fondamentale di ogni bambino, necessario a comprendere e a rispettare anche tutti gli altri: un bambino ha il sacrosanto diritto di essere visto e rispettato per quello che egli realmente è. Se vedo il bambino, vedo i suoi diritti. Il bambino viene prima del diritto. Se non vedo pienamente cos’è il bambino, rendo vani o peggio controproducenti tutti i tentativi di proteggerlo, difenderlo, amarlo. Solo nella comprensione può esserci il rispetto. Noi tutti, per non illuderci di amare i bambini, abbiamo il dovere di comprendere tutta la loro meraviglia. E nei secoli questo non è mai avvenuto. Questa preparazione, questa ricerca è necessaria per aiutare anche a comprendere meglio noi stessi e a vivere una vita più degna di questo nome. Conformemente alla dignità altissima con cui siamo creati. In questo campo P. Angelo Benolli è da considerare il più grande esploratore di tutti i tempi. In 80 anni di vita e 52 di sacerdozio, incontrando nel profondo migliaia e migliaia di persone per 8 ore al giorno, ha scoperto che cosa è veramente l’inconscio, rivoluzionandone la corrente visione materialistica ed evidenziando in esso l’io potenziale, con tutte le forze dell’albero della vita (vedi i libri “Uscire da Ogni Inganno”, “La Vita non s’inganna”) connesse direttamente a Dio-Amore che le crea e le sostiene. Questo gli ha permesso di maturare una competenza unica nel riportare alla vita migliaia di bambini, famiglie, comunità di differenti culture del mondo. Unendo le eterne verità delle Sacre Scritture e le novità scientifiche degli ultimi decenni sullo studio dell’uomo a un affinamento continuo della sua esperienza di successi nel sostegno ai bambini e alle persone, ha gettato una nuova luce sui temi stessi del rispetto, dell’amore, del bambino. Luce testimoniata nei suoi libri e nella sua attività d’infaticabile educatore che sta portando una silenziosa rivoluzione d’amore in mezzo mondo. Luce con cui sta formando centinaia di promotori di sviluppo di vita e missione in tutto il mondo. Luce che chiunque si occupi di diritti dell’infanzia dovrebbe umilmente ricercare e vivere prima di tutto nella propria persona, prima ancora di accostarsi ad un bambino.


Condividi su: