acquaesapone Editoriale
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri Speciale Cannes

Sempre più in basso

Stavolta permettetemi una eccezione, poi tornerò a parlare di altro, lo preferisco

Mar 19 Mag 2009 | di Alberico Cecchini | Editoriale
Foto di 2

Non ho mai parlato di politica in questo spazio, preferisco essere positivo, ma stavolta faccio una eccezione per amore della verità, degli italiani e specialmente dei bambini a cui stiamo lasciando un disastro culturale, ambientale ed economico.
Il problema dell'Italia è la classe politica, quasi un milione di persone. Questi politici da destra a sinistra, chi più chi meno, ci stanno saccheggiando.  Parlo con cognizione, siamo documentati, ci lavoriamo da molti anni e sappiamo quello che diciamo: ci stanno spremendo e non risolvono la situazione che è sempre più grave e l'Argentina sempre più vicina. Contagiati dal morbo del potere a tutti i costi, sacrificano la verità e usano telegiornali e giornali come comitati elettorali, promuovendo giornalisti, che in realtà sono spacciatori di gossip con la missione di distrarre dalla realtà. Questi politici se li ascolti ti incantano, sembrano proprio seri... sembrano proprio impegnati ad aiutarti, ma vogliono il tuo voto e il potere, poi si vedrà... E la situazione non migliora mai. Litigano su tutto per stare in primo piano, ma trovano sempre il modo di spartirsi il potere e i nostri soldi. In genere a loro vantaggio e a danno nostro. I più accecati dal potere si buttano in politica, ma  la gravità della situazione richiederebbe persone molto più sane e capaci di amare tutti noi italiani prima dei loro ciechi interessi di parte. Stiamo molto attenti, perché a noi ci mettono uno contro l'altro, stanno seminando odio e ci porterebbero alla guerra civile pur di non mollare il loro orticello, ma la vera divisione è fra classe politica e noi tutti cittadini-limoni. Siamo arrivati alla frutta, leggi le nostre inchieste su www.ioacquaesapone.it: troverai molte cose che i tg non possono dire.


Condividi su: