acquaesapone Mondo
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri Speciale Cannes

Vacanza con la bici

Attraversare l’Austria in bicicletta? Con la Ciclabile della Drava si può

Gio 25 Set 2014 | di Giuseppe Stabile | Mondo
Foto di 11

Sei giorni in bicicletta alla scoperta della natura dentro e intorno a noi. La Ciclabile della Drava permette a chiunque di attraversare la Carinzia in bicicletta! La mia fantastica esperienza con mio figlio, per una vacanza all’insegna della libertà.   

Sembra impossibile, ma è vero!
Percorrendo la Ciclabile della Drava (www.drauradweg.com) si scoprono bellezza, natura e cultura della Carinzia, la regione meridionale dello Stato austriaco, ben nota per la sua vocazione turistica. Le famiglie sono sempre ben accolte in Carinzia e anche l'emozionante Ciclabile della Drava è percorsa da bambini di ogni età. Questo viaggio è un’occasione unica anche per vivere in modo nuovo i rapporti familiari e condividere esperienze indimenticabili con i propri figli. In sei tappe, sempre seguendo il corso del fiume Drava, si va dal punto di partenza a Dobbiaco in Alto Adige, fino a Maribor in Slovenia. La pista ciclabile è ben segnalata e si snoda quasi sempre con andamento pianeggiante per dare ai cicloturisti il tempo di gustare fino in fondo il magnifico paesaggio naturale. 

Mettete da parte ogni timore!
Vi spaventa l’idea di lasciare la rassicurante scrivania, il comodo divano o la rombante automobile per percorrere tanti chilometri in bicicletta? Niente paura, la Ciclabile della Drava è davvero alla portata di tutti, seguendo la naturale pendenza del corso del fiume! Non volete comprare o trasportare una bicicletta adeguata? Nessun problema, alla partenza è possibile noleggiare la bici giusta per voi, anche elettrica a pedalata assistita! Siete preoccupati per i bagagli? Tranquilli, un efficiente servizio vi farà trovare le valigie nei vari alberghi alla fine di ognuna delle tappe quotidiane! L’intero percorso nasconde tesori naturali e culturali da scoprire autonomamente nella massima libertà o accompagnati da una guida, da soli o con un gruppo organizzato. Inoltre, lungo la pista s’incontrano continuamente delle stazioni che consentono di accorciare la tappa, percorrendo un tratto in treno.

La partenza
La famosissima prima tappa, da Dobbiaco a Lienz, è percorsa ogni giorno da centinaia di persone di ogni parte del mondo. Cinquanta chilometri di inebriante discesa, attraversando boschi e paesaggi incantati, fino a raggiungere la storica e affascinante cittadina austriaca. Dopo la visita ai monumenti e una meritata merenda, in molti tornano a Dobbiaco sui treni delle ferrovie austriache, felici di una gita fuori dal comune. Ma io e mio figlio quattordicenne abbiamo deciso di continuare a percorrere la Ciclabile della Drava e ci siamo tuffati in questa spettacolare avventura.

In viaggio!
I timori e le incertezze della vigilia svaniscono subito dopo l’abbondante e golosa colazione nel primo dei tanti, accoglienti alberghi sparsi lungo la pista. Saliti in sella, si è subito rapiti dalla bellezza dei paesaggi, dal clima mite, dai tanti piacevoli incontri e dall’onnipresenza dell’acqua! Accompagnati dal millenario fluire della Drava, lungo il percorso ci si imbatte in ruscelli e cascate, ma anche in alcuni dei tanti laghi balneabili della Carinzia, da sempre famosi per la bellezza e la temperatura delle acque. Tra questi, imperdibile il Klopeiner See, il lago balneabile più caldo d’Europa, arricchito da innumerevoli attrazioni (info su www.klopeinersee.at). 

E i bambini?
Questa vacanza da cicloturista è affascinante per tutti e la ciclabile, sicura e ben segnalata, è frequentata non solo da allenati appassionati delle due ruote, ma anche da tanti pensionati e famiglie al completo. Troppe volte ci preoccupiamo della capacità dei nostri figli di affrontare situazioni impegnative, dimenticando le loro enormi potenzialità! Nei tanti, entusiasti bambini incontrati lungo il percorso, mi hanno colpito il grande senso di responsabilità e la gioia nell’impegnarsi a raggiungere un traguardo puntando solo sulle loro forze. Anche perché, lungo il percorso non si corre il rischio di annoiarsi.

Ogni giorno sorprese e divertimento
Le occasioni di svago sono innumerevoli durante i circa cinquanta chilometri di ogni tappa: è meraviglioso imbattersi in paesini e chiesette che sembrano usciti da un libro di favole, attraversare boschi e località irraggiungibili con le automobili, imbarcarsi su panoramici traghetti. Ma non mancano anche parchi gioco, piscine, zoo, opere d’arte e musei interessanti per ogni fascia di età. E quando l’appetito arriva, sono molte le specialità da assaggiare nei tanti punti ristoro, magari accompagnate da un boccale dell’immancabile birra!    

Il regalo inatteso
Lasciatevi trasportare dall’entusiasmo fanciullesco che vi si è acceso dentro: percorrere la Ciclabile della Drava è un’avventura ricca di doni per il corpo e lo spirito. Personalmente, la sfida più grande è stata il rapporto con mio figlio: una settimana a stretto contatto, ruota a ruota, faccia a faccia. Tanto divertimento, ma anche la possibilità di conoscere “il mio campione” come mai era successo prima; con le sue parole che mi hanno riservato un regalo prezioso e inatteso: «Papà, devi imparare ad ascoltarmi». Questo è il traguardo per il quale dovrò pedalare di più.



Ciclabile a quattro stelle

Quella della Drava è una delle ciclabili più famose e facili d’Europa. Lunga 366 chilometri, è un magico percorso adatto a tutta la famiglia, che ha ottenuto dall’ADFC (Associazione dei ciclisti tedeschi) una valutazione di quattro stelle per la sua elevata qualità. Partendo da Dobbiaco in Alto Adige, in sei tappe lungo il corso del fiume Drava nella bellissima regione austriaca della Carinzia, permette di raggiungere la Slovenia, pedalando spesso in una confortevole discesa.  Per informazioni dettagliate su tappe, alberghi e ristoranti delle varie categorie visitare il sito internet www.drauradweg.com. Sulla stessa pagina web è possibile accedere a varie offerte e richiedere gratuitamente esaurienti opuscoli. Per i più meticolosi, sul sito www.touren.kaernten.at è possibile personalizzare il proprio percorso attraverso carte interattive, foto aeree e immagini in 3D. 
 

Guarda il video 



Condividi su:
Galleria Immagini