acquaesapone Casa
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri Speciale Cannes

I diritti degli affittuari

Dal contratto alle spese condominiali, dalla caparra ai costi degli affitti

Lun 01 Dic 2008 | di Natascia Galeno | Casa

Dopo anni di affitti pagati, in nero, a proprietari di casa desiderosi di trarre il massimo profitto dal minimo dispendio di energie, ho deciso di far chiarezza, per me e per gli altri.



Che diritti e doveri ha il popolo degli affittuari?

il contratto
Un affittuario deve avere un contratto regolare, anche per combattere l'evasione fiscale da parte dei proprietari.

48 ore di tempo
A prescindere dalla lunghezza del periodo di permanenza dell'affittuario, il proprietario deve consegnare la Dichiarazione di Cessione di Fabbricato, entro 48 ore, alle autorità di pubblica sicurezza.
La comunicazione potrà essere effettuata anche dagli intermediari del settore immobiliare. In caso di inosservanza della norma si potrà incorrere in una sanzione amministrativa da euro 103,29 a euro 1.549,37. L'agenzia che non compie questo atto può incorrere nella sospensione della attività per un mese.
Per legge chi cede il fabbricato ha l'obbligo di accertare l'identità della persona a cui lo cede. Non sono ammesse altre modalità, neppure la conoscenza personale.

costo della registrazione
Il contratto, quando supera i 30 giorni di durata, deve essere registrato all'Ufficio del Registro. Il costo della registrazione deve essere diviso al 50% tra proprietario ed inquilino. La registrazione equivale al 2% dell'affitto annuale (con un minimo di 67 euro). In centri con alta densità abitativa sono previsti sconti.

sanzioni
In caso di ritardo nella presentazione del contratto di locazione, sono previste delle sanzioni:
- del 15% sulla quota da versare in caso di ritardo inferiore ai 30 giorni
- del 24% in caso di ritardo dal mese all'anno
- del 120% oltre l'anno di ritardo

conservazione dell'immobile
La legge obbliga l'inquilino a restituire l'immobile nello stesso stato in cui l'ha ricevuto, salvo "il deterioramento o il consumo risultante dall'uso della cosa in conformità del contratto".
Se qualcosa manca o non è più nelle stesse condizioni descritte dal verbale, il proprietario può ricomprarla o ripristinarla utilizzando i soldi della cauzione.

la caparra
Il deposito cauzionale (la cosiddetta caparra) – non obbligatoria – non deve superare le tre mensilità.

rapporti condominiali
Se l'immobile dato in locazione si trova in un condominio, non è obbligatorio che il proprietario comunichi all'amministratore del condominio le generalità del nuovo condòmino, ma è comunque consigliabile farlo. La comunicazione è necessaria solo nel caso in cui sia stato concordato che l'inquilino paghi direttamente la quota delle spese condominiali che gli spetta in base a quanto previsto dalle leggi, invece di pagarla al proprietario.

spese condominiali
Le spese condominiali non sono tutte a carico dell'inquilino.


Condividi su: