acquaesapone Soldi
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri Speciale Cannes

Come risparmiare sul mutuo?

Dopo anni di mercato fermo, qualcosa torna a muoversi. Ed questo il momento di comprare

Mer 28 Giu 2017 | di Armando Marino | Soldi

Siamo in una “congiunzione astrale” particolarmente favorevole per l'acquisto di casa. I tassi di interesse non sono mai stati così bassi e anche i prezzi delle case sono scesi tantissimo negli ultimi anni. 
C'è chi dice che scenderanno ancora e credo che nessuno abbia la palla di cristallo. Una cosa certa è che, dopo anni di mercato fermo, con poche compravendite e quindi con la tendenza di chi voleva vendere ed abbassare drasticamente i prezzi, nell'ultimo anno le cose sono tornate a muoversi. Secondo l'Istat nell'ultimo trimestre del 2016, le transazioni immobiliari sono cresciute del 10%. Siamo ancora lontani dai livelli di un mercato vitale. Ma se il trend continuasse, è possibile che i prezzi tornino lentamente a salire.

Lo stesso potrebbe accadere con i mutui. Il livello dei tassi di interesse è ancora basso, ma se le vendite immobiliari riprendono, aumenterà la domanda di mutui e con esso i tassi di interesse. Che potrebbero essere influenzati anche dall'andamento generale dell'economia. Il Fondo monetario internazionale ha appena stimato la crescita del Pil italiano all'1,3%, cioè al di sopra di quanto si aspettava l'Istat. Purtroppo non possiamo brindare, è ancora una ripresa modesta, soprattutto perché arriva dopo otto anni di crisi profonda. Però, se anche nel resto d'Europa le cose riprenderanno a marciare un po', una ripercussione sui tassi di interesse prima o poi potrebbe arrivare.
Dunque, se avete la possibilità di approfittare del momento, magari per passare dall'affitto all'acquisto, il che in questo momento potrebbe comportare di pagare una rata di mutuo inferiore al canone dell'affitto, ecco una dritta. 

Da anni chi si interessa di case usa i comparatori di mutui on line. Negli ultimi anni alcuni di questi siti hanno sviluppato una politica commerciale che li rende più interessanti di una semplice fonte di informazioni, avendo stipulato degli accordi con le banche per avere prezzi più bassi, un po' come certi siti per prenotare stanze d'albergo che hanno tariffe inferiori a quelle che vi proporrebbero se vi presentaste alla reception di persona. Non citerò alcun comparatore di mutui per non fare pubblicità, ma basta cercare su Google. 
Magari provate a confrontare le offerte proposte da più di un sito. Una volta trovato il mutuo che fa per voi, potete richiederlo attraverso il sito oppure andare alla banca. Vedrete che in molti casi vi proporranno condizioni peggiori di quelle che avete visto sul sito. Ma voi a quel punto gli direte che su tal sito le condizioni proposte dalla stessa banca sono migliori. 

E loro dovranno adeguarsi. Se non lo fanno, potete sempre tornare a casa, accendere il computer e richiedere il mutuo attraverso il sito.    


Condividi su: