acquaesapone Attualitā
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri Speciale Cannes

Come smaltire carta e cartone?

Una guida in 10 punti per evitare di commettere errori

Mer 28 Feb 2018 | di Domenico Zaccaria | Attualitā
Foto di 2

Riviste, scatoloni, pacchi, lettere. Nelle nostre case siamo letteralmente circondati da carta e cartone. E tutti siamo consapevoli dell’importanza del loro riciclo: ogni anno la media nazionale di recupero supera i 53 chili per abitante e la raccolta differenziata evita il conferimento in discarica di oltre 100mila tonnellate di rifiuti cellulosici. Eppure la maggior parte di noi commette ancora degli errori banali quando si tratta di differenziarli: ecco una guida in 10 punti per non pregiudicare la qualità della raccolta e il riciclo.


La selezione
Eliminate nastri adesivi, punti metallici e altri materiali non cellulosici. Il cellophane che avvolge le riviste e il film plastico dei pacchetti di sigarette non va gettato con la carta.

I sacchetti
La carta non va buttata insieme ai sacchetti usati per trasportarla e che nella maggior parte dei casi sono di plastica.

Gli ingombri
Appiattite le scatole e comprimete gli scatoloni per ridurre gli imballi grandi in piccoli pezzi: così si abbattono gli ingombri e si favorisce il processo di raccolta.

I residui di cibo
Non bisogna mettere nella raccolta differenziata gli imballaggi con residui di cibo o di terra: generano cattivi odori, creano problemi igienici e contaminano la carta riciclabile.

I cartoni della pizza
è il caso anche dei cartoni usati per trasportare le pizze: bisogna separare la parte pulita, spezzettarla e gettarla nella carta. La parte restante va sempre spezzettata e gettata, ma nell’umido organico.

La carta per affettati
La carta oleata utilizzata in genere per affettati, formaggi e focacce, non è riciclabile: basta un piccolo quantitativo di rifiuto contaminato per rovinare un’intera partita di buona carta da riciclo.

Gli scontrini
Il 75% degli italiani getta gli scontrini con la carta: andrebbero smaltiti nell’indifferenziato, perché prodotti con carte termiche che reagiscono al calore, creando problemi nel riciclo.

I fazzoletti
Quelli usati non vanno nella differenziata: per la quasi totalità sono realizzati in materiale difficile da riciclare.

Vernici e solventi
Se la carta è sporca di vernici e solventi va gettata nell’indifferenziato perché ‘contaminante’.

I Comuni
Seguite le istruzioni del vostro Comune: in alcuni, il tetrapak viene raccolto e riciclato separando la carta dall’alluminio, in altri ancora si smaltisce nell’indifferenziato.
 

 


Condividi su: