acquaesapone Attualitā
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri

Dallo pneumatico usato agli zoccoli del cavallo

In Umbria primo centro ippico realizzato in gomma riciclata, con grandi vantaggi per la salute degli animali e per la sostenibilitā ambientale

Gio 29 Nov 2018 | di Domenico Zaccaria | Attualitā
Foto di 2

Addio alle micro-polveri di sabbia e alle eccessive sollecitazioni articolari: l’ultima frontiera delle applicazioni degli penumatici usati è l’equitazione, dove l’economia circolare si fonde al benessere animale grazie a un innovativo progetto partito da Orvieto.

IL NUOVO CENTRO IPPICO UMBRO
Nel cuore verde dell’Umbria la partnership tra Ecopneus - tra i principali responsabili della gestione degli pneumatici fuori uso nel nostro Paese - e UISP, l’Unione Italiana Sport Per tutti, ha dato vita al primo campo di lavoro per cavalli italiani interamente realizzato in gomma riciclata. La sabbia è stata sostituita con oltre 30.000 kg di granulo di gomma, al di sotto di questo strato è stato realizzato un sottofondo di circa 2.500 piastre in granuli di gomma stampata, che hanno portato il totale del materiale riciclato impiegato a oltre 80.000 kg, una mole equivalente al peso di circa 9.000 pneumatici utilizzati sulle nostre autovetture.


I VANTAGGI PER LA SALUTE DEI CAVALLI
L’obiettivo è quello di ridurre le patologie articolari e respiratorie nei cavalli. Le tradizionali pavimentazioni normalmente utilizzate nei maneggi, infatti, sottopongono le articolazioni ad eccessive sollecitazioni; con l’installazione di piastre in gomma all’interno dei box e dei camminamenti si riduce inoltre il rischio di pericolosi scivolamenti, eliminando al contempo i materiali da lettiera: questo facilità le operazioni di pulizia e aumenta l’igiene e la salubrità degli ambienti. Il tutto senza dimenticare che una delle patologie respiratorie più frequenti negli equini è legata alla silicosi, dovuta all’inspirazione delle micro-polveri di sabbia che si sollevano durante l’attività nei campi all’aperto.

LE NUOVE FRONTIERE DI RIUSO DI UN RIFIUTO
C’è poi un innegabile vantaggio ambientale, perché il grande mondo degli pneumatici usati (PFU) è alla continua ricerca di nuove, possibili applicazioni del granulo in gomma riciclato, che deriva dalla loro lavorazione a fine vita. Dell’enorme mole di PFU prodotti ogni anno in Italia, oltre il 40% viene ancora avviato a recupero energetico (in tutta sicurezza per la salute umana), avendo un potere calorifico superiore anche a quello del carbone; ma la strada maestra da seguire resta quella del recupero di materia, attraverso il quale gli pneumatici tornano a nuova vita e vengono trasformati in prodotti da riutilizzare. La diffusione su larga scala del granulo in gomma riciclato nel mondo dell’equitazione potrebbe rappresentare un ulteriore, piccolo, gradino verso l’obiettivo del 100% di recupero di materia.
 

Condividi su: