acquaesapone Soldi
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri

Quella tassa pro ibride

Soldi a chi ne compra una elettrica e tasse su chi compra vetture inquinanti

Gio 28 Feb 2019 | di Armando Marino | Soldi

I primi mesi dell’anno sono un ottimo momento per comprare un’automobile. Il settore è in grande sofferenza per il ristagno dell’economia, che in Italia è più mercato, ma non risparmia nemmeno la Germania, Paese europeo che traina l’industria cosiddetta “dell’automotive”. Dalle nostre parti a metterci il carico è arrivata una contestata norma a sfondo ecologista del governo, che infligge un’ecotassa a chi acquista una vettura con emissioni inquinanti superiori a una data soglia e un’ecobonus a chi compra una macchina che ha emissioni inferiori alla soglia. La contestazione è esplosa perché l’incentivo è congegnato in modo da favorire l’auto ibrida e ancora di più l’auto elettrica, due segmenti di mercato in cui Fca, l’ex Fiat, industria nazionale dell’auto, non sta ancora investendo. Va detto anche che si realizza il paradosso per cui si danno soldi a chi può permettersi di acquistare un’auto elettrica, che in media costa di più di una benzina o diesel, e si tassa chi compra una vettura meno costosa. Ci sono modelli di Bmw verdi da 40mila euro che potranno essere comprati con lo sconto. E modelli di Fiat 500 molto meno costosi, che ne saranno esclusi.

In ogni caso, se la vecchia e fedele utilitaria di famiglia è pronta per la pensione, è bene sapere che ci sono incentivi in ballo, specie per chi rottama. L’impulso maggiore è destinato alle elettriche, le uniche in grado di garantire emissioni inferiori ai 20 grammi di CO2 per km fissati dalla legge. Per questa categoria, l’incentivo all’acquisto è di 4mila euro, che salgono a 6mila se si rottama una vecchia auto, che sia propria o intestata a un parente o convivente. Per la categoria che ha emissioni tra i 21 e i 70 grammi di CO2 per km (soprattutto ibride o metano) l’incentivo scende a 1.500 euro, aumentati a 2.500 se si rottama. Per le auto  di più invece, si rischia di pagare la nuova ecotassa che arriva a 1.100 euro per le vetture con emissioni tra i 161 e i 175 g/km. Gli importi dell’ecotassa salgono progressivamente fino a 2.500 euro. Esempi di auto che potrebbero essere tassate: Alfa Romeo Giulietta, Dacia Duster, Fiat Tipo, Fiat Doblo, Ford Focus, Opel Corsa. Per verificare tutti gli incentivi bisogna controllare i valori di emissioni ufficiali dichiarati nel libretto della macchina. Va però tenuto conto che le case automobilistiche, per non veder crollare ulteriormente le vendite, stanno offrendo incentivi in alcuni casi anche piuttosto generosi e prossimi a quelli sulle elettriche. Rottamando la vecchia auto, alla fine potrebbe convenire approfittarne finché ci sono.

 

Condividi su: