acquaesapone Soldi
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri Speciale Cannes

Nuove regole sulla strada

Aumento vertiginoso delle multe per eccesso di velocitÓ e per uso del cellulare: sarÓ un vero deterrente?

Gio 02 Mag 2019 | di Armando Marino | Soldi
Foto di 2

Ci risiamo: aumento dell’importo delle multe per stroncare un comportamento pericoloso. Ancora una volta si sceglie la strada punitiva legata al denaro. Il problema è sempre il solito: a essere più efficace è la sanzione molto elevata o l’efficacia dei controlli? Basterebbe vedere cosa succede sulle autostrade con il limite di velocità: il tutor ha dato prova di essere uno strumento che funziona, perché ha i giusti limiti di tolleranza e di interpretazione della guida, ed è anche capillare, tiene sempre sotto controllo l’automobilista. L’autovelox, che invece esegue un controllo in un singolo punto della strada, è stato scarsamente efficace e ha prodotto enormi ingiustizie. Un esempio per tutti: chi frequenta la zona a sud di Roma si sarà imbattuto nel fenomeno della frenata improvvisa e collettiva degli automobilisti sulla statale Pontina in prossimità di un autovelox che tutti i pendolari della zona conoscono bene. Il risultato è che nel resto della strada si corre ben oltre i limiti massimi di velocità e, in quel punto, basta una distrazione per causare tamponamenti a catena a causa delle improvvise frenate. Le nuove modifiche al codice della strada (da decenni non passa governo che non si eserciti a cambiare le regole, il che produce innanzitutto incertezza del diritto) prevedono un severo inasprimento delle multe per i comportamenti che comportano “l’allontanamento anche temporaneo delle mani dal volante”: impugnare un tablet, mandare o leggere un messaggio, fare una telefonata. A parte i problemi causati dall’ambiguità della formula, che immagino voluta per ricomprendere futuri dispositivi elettronici, ci ritroveremo con sanzioni pesantissime per un comportamento difficile da controllare. Sarà difficile essere beccati al telefono, visti gli scarsi controlli nelle strade, per cui continueremo a telefonare con i rischi connessi. Lo sfortunato che viene colto in flagrante, rischierà multe da 422 a 1.697 euro. Nessun dubbio che distrarsi alla guida sia un comportamento sbagliato e pericoloso per sé e per gli altri. Che ora, evidentemente, potranno permettersi solo i ricchi. Il problema è l’efficacia. Se la normativa in discussione passerà, finirà con tante multe non pagate seguite da altrettante sanatorie e la gente continuerà a morire di distrazione. Nel frattempo, non si tiene conto per niente di quello che può fare, e sta facendo, la tecnologia attraverso la guida assistita. Già ora le macchine di gamma più alta hanno sistemi che consentono di frenare autonomamente in caso di ostacolo, di mantenere l’auto in carreggiata, perfino di superare. E le regole per questi veicoli? Tranquilli, prima o poi si accorgeranno che il mondo va avanti. E cambieranno ancora il codice della strada.
 

Condividi su: