acquaesapone Soldi
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri Speciale Cannes

Arrotondare con gli affitti

Cresce il fenomeno e nascono nuove figure professionali, come il property manager che gestisce per conto terzi

Gio 30 Mag 2019 | di Armando Marino | Soldi
Foto di 2

Il sogno di un reddito sicuro, con poco sforzo. Chi di noi non lo culla più o meno segretamente? Negli ultimi tempi la nuova miniera d'oro che alletta gli italiani è l'idea di affittare una stanza o un appartamento, magari ereditato da un parente, per assicurarsi un'entrata che sulla carta appare cospicua, soprattutto se la casa in questione si trova in una località turistica. Lo strumento classico è il portale di affitti turistici Airbnb, diventato un colosso mondiale delle vacanze, che tra l'altro ha diffuso dati incoraggianti, con aumenti delle prenotazioni in doppia cifra nelle città d'arte, dal +11% di Firenze, al +19% di Roma.

Chi di noi non conosce qualcuno che ha deciso di tentare questa strada? Io sento persone che favoleggiano di redditi da 3mila euro al mese grazie a questa attività, che a molti appare facile da gestire e più sicura di affittare l'appartamento con una locazione di lunga durata, che appare densa di incognite: se l'affittuario prescelto decide di non pagare, tasse e spese continuano a correre anche se l'introito non c'è e la situazione può diventare finanziariamente preoccupante in breve tempo. L'affitto breve offre anche questo vantaggio: difficile che un turista che ha prenotato per una settimana poi ci occupi la casa. La realtà dei fatti è però un po' diversa dai sogni di benessere di molti. L'offerta di appartamenti da affittare per un weekend o giù di lì è in continua crescita e si registrano i primi segnali di saturazione. Il tasso reale di occupazione, e quindi gli introiti, rischia di abbassarsi. Va detto oltretutto che la crescita del fenomeno sta spingendo le autorità a rendere sempre più particolareggiata la regolamentazione, per cui se si vogliono fare le cose in regola, evitando il rischio di pesanti sanzioni, l'appartamento da affittare avrà probabilmente bisogno di costosi interventi di adeguamento. In più, per avere visibilità sui portali di affitti brevi, è importante avere un gradimento elevato da parte degli ospiti. Il che significa dotare l'appartamento di un arredamento piacevole, tenerlo pulito in modo perfetto, essere disponibili per gli ospiti anche a orari irregolari. Un amico che ha un trilocale in ottima posizione a Roma e con una classificazione molto elevata, mi dice che, tolte le spese, riesce a incassare in media circa mille euro al mese.

Il discorso cambia se si posseggono diversi appartamenti e si vuole trasformare la gestione in un impiego a tempo pieno. La diffusione del fenomeno ha fatto nascere una nuova figura professionale, il property manager, che gestisce gli immobili da affittare per conto terzi. Può essere un'opportunità di lavoro se si gestiscono molti appartamenti. Ci sono società che gestiscono centinaia di appartamenti, ed è nata anche un'associazione di settore (Property managers Italia). E una recente legge ha allargato la possibilità di svolgere questo mestiere anche agli agenti immobiliari. La morale è sempre la stessa: guadagnare senza fatica resta un sogno proibito per i comuni mortali. 
 

Condividi su: