acquaesapone Editoriale
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri Speciale Cannes

Anche tu esci a pezzi dalle feste?

La depressione post-feste è il risultato tipico del travolgersi in preparativi, shopping e banchetti sfiancanti. Quest’anno ribalta tutto a tuo favore

Gio 21 Nov 2019 | di Alberico Cecchini | Editoriale

Lo sappiamo che ne usciamo a pezzi, eppure tutti gli anni ci ricadiamo. Come puoi schivare quest’anno la spirale succhia-energie del periodo natalizio? 
Il fattore scatenante è il desiderio di non deludere le persone che abbiamo intorno. Fra regali da fare, pranzi da preparare, case da sistemare, perché tutto sia perfetto, dimentichiamo di riposarci e prenderci cura di noi. E arriviamo già travolti, stanchi e svuotati. 

Qui ciò che va neutralizzata è la paura del giudizio degli altri. Quello che pensano gli altri è importante certo, ma in fondo in fondo che ce ne frega? Tanto chi è portato a giudicare male ci giudicherà lo stesso, perché il giudizio è il contrario dell'amore, dell'accoglienza, della solidarietà familiare e dell'amicizia vera.

Meglio fare un regalo più semplice - che tanto è il pensiero che conta -, preparare una portata in meno, oppure organizzare un tè anziché un pranzo, ma mantenere la nostra energia e serenità, per poter accogliere gli altri con gioia e partecipazione. 
Perché siamo noi il vero regalo. 

Ciò che è più prezioso per i nostri cari è la nostra stessa persona: doniamoci con gioia e carica interiore, altrimenti non ci percepiscono e quello che ne soffre è la relazione. Che sempre viene delusa senza la nostra serenità interiore e senza quella sana e naturale vitalità che produce la voglia di incontrarsi. Non possiamo permetterci di bruciarle nella bolgia dei centri commerciali, degli outlet e nella sbornia di calorie.

Le relazioni autentiche, sincere, profonde sono le uniche che danno vera felicità... Tutte le altre relazioni la tolgono! Le relazioni false, superficiali, interessate o per il quieto vivere andrebbero eliminate o ridotte al minimo, specialmente in questo periodo importante.

Si chiude un anno, ne inizia un altro e quindi abbiamo una necessità fisiologica di rinnovamento e di rinascita. Perciò dovremmo innanzitutto riposarci per recuperare le nostre preziosissime energie, anziché disperderle con chi non ci merita. 

Hai mai visto l'alba in uno di quei giorni di festa? Alcune volte ero in mezzo alla natura e ho percepito un'energia immensa. Ecco, quello che ti auguro per queste feste è di immergerti nella potenza della natura per percepire l'immensità delle tue forze e della tua anima quando sono connesse con l'Universo-Dio-Amore. Un'esperienza di innamoramento che nessuno potrà deludere. 
 

Condividi su: