acquaesapone Salute
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri Speciale Cannes

Natale: Le strategie per non abbuffarsi

Semplici regole da seguire per non vivere i pranzi delle feste natalizie con l’ansia dell’ago della bilancia

Gio 21 Nov 2019 | di Luca Pulcini | Salute
Foto di 7

Le feste sono alle porte ed è importante conoscere alcuni segreti per evitare di prendere peso o sentirsi appesantiti dopo essersi alzati da tavola o quantomeno per non peggiorare la situazione.

NON MISCHIARE LE PROTEINE
La prima cosa da tenere bene in mente è quella di non mischiare  proteine di origine diversa come per esempio carne e formaggio, così in questo modo l’organismo in fase digestiva non sarà messo in difficoltà e non sarà “costretto” a stoccare gli alimenti sotto forma di grasso o trattenere liquidi per un processo digestivo eccessivamente laborioso.

OCCHIO ALLA COTTURA
Fondamentale sarà la modalità di cottura degli alimenti: un alimento veicola delle informazioni che il nostro corpo recepisce e queste informazioni variano a seconda della modalità di cottura dell’alimento stesso perché, a seconda della modalità, potrò utilizzare alcuni nutrienti o ridurne degli altri o facilitare il processo digestivo o al contrario metterlo in difficoltà.
Sarà quindi buona norma escludere dalla tavola alimenti esclusivamente lessi perché,  con la bollitura, prima di tutto vengono persi circa un terzo dei nutrienti dell’alimento impoverendo  notevolmente il cibo, inoltre è la modalità che rende il cibo  meno digeribile perché, essendo ricco di acqua, sarà meno aggredibile dai succhi gastrici; sarà quindi importante per chi soffre di problemi di digestione o di reflusso, dopo aver bollito la verdura, ripassarla in padella con olio extra vergine così che le particelle di olio che circondano il cibo riescano a veicolare meglio i nutrienti, rendendo l’alimento allo stesso tempo più aggredibile dai succhi gastrici.
Meno acqua maggiore digeribilità... è una cosa da tenere bene in mente!

IL PANE? SCALDATELO!
Per lo stesso motivo sarà importante scaldare il pane perché, così facendo, viene persa una quantità di acqua e di lieviti così da rendere l’alimento più digeribile, riducendo il fastidioso senso di gonfiore che spesso si ha dopo il pasto.

CHI BEN COMINCIA...
Altro consiglio che io do spesso è quello di iniziare il pasto con una  verdura cruda di modo che la persona abbia subito meno necessità di mangiare ed inoltre perché così facendo si  avrà un effetto diuretico  che aiuta il rene nella sua funzione di eliminazione.

FORMAGGIO + VERDURE CRUDE? NO
è importante non abbinare gli alimenti in maniera errata, per esempio mangiando formaggi con verdure crude perché in questo modo il rene ha un eccesso di sali da gestire con la conseguenza di ritenzione di liquidi; al contrario è fondamentale associare formaggi con verdure cotte, mentre carne e pesce con verdure crude, aiutando il rene nella sua funzione di eliminazione.

O IL DOLCE O LA FRUTTA
Meglio non mangiare frutta e dolce nello stesso pasto, evitando così eccessi di zuccheri dopo il pranzo che rischierebbero di dare una fastidiosa sensazione di gonfiore nello stomaco; stesso discorso per il vino e la frutta  o il pane e la pasta: si dovrebbe cercare di mangiare un alimento o l’altro... a tavola si devono fare delle scelte! 

Queste le poche semplici regole per potersi godere al meglio le feste natalizie senza avere la testa all’ago della bilancia!

 



TOGLIETE TUTTO, MA NON LA VERDURA

Le verdure sono un altro capitolo molto importante; sarà bene non farle mancare mai a tavola, soprattutto quelle crude perché, essendo ricche di “acqua di vegetazione”, aiuteranno il rene ed il corpo nei processi digestivi; quindi più che bere elevate quantità di acqua, sarà più intelligente mangiare una buona quantità di verdura cruda. 
Tra tutte le verdure quelle più utili saranno quelle di aiuto per il fegato che sarà messo a dura prova durante le feste ed in particolare cicoria, pomodori e carciofi, chiamati drenanti epatici perché sostengono il fegato durante la fase di digestione.


Condividi su:
Galleria Immagini