acquaesapone Attualità
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri Speciale Cannes

Lo shopping di natale

Da vent’anni, la scrittrice inglese Sophie Kinsella ci fa compagnia con la saga di “I love shopping”. E ora che la declina in salsa natalizia, ci dà consigli imperdibili su come affrontare le feste in gran forma!

Gio 21 Nov 2019 | di Giulia Imperiale | Attualità
Foto di 4

Natale può essere il periodo più gioioso ma anche la fonte di maggiore stress prima dell’anno nuovo. Per sopravvivere all’ansia delle feste e dei preparativi, quindi, meglio affidarsi ai pareri di un’esperta. Ecco allora cinque consigli a cura della scrittrice bestseller Sophie Kinsella, in occasione dell’arrivo in libreria del romanzo “I love shopping a Natale” (Mondadori), un autentico ed esilarante vademecum festivo.               
ODE ALLA TRADIZIONE
Il periodo delle feste è l’occasione perfetta per ritrovarsi, condividere e anche – si spera – superare le divergenze familiari. «Sono un’autentica fan delle feste – racconta la scrittrice inglese – e non posso credere di aver aspettato tanto per scrivere un libro natalizio. Durante questo periodo, che per me inizia sempre con largo anticipo, prendo almeno dieci chili in più perché seguo alla lettera tutte le tradizioni britanniche, a partire da quelle culinarie, per proseguire poi con la musica natalizia e con i grandi classici della letteratura da leggere insieme ai figli. Le decorazioni, anche fai da te, scintillano in tutta la casa ed è proprio rievocando riti comuni che si ritrova una grande libertà ed enorme speranza per il futuro».

REGALI PERSONALIZZATI
Come insegnano i membri della famiglia reale inglese, non è la cifra attaccata al cartellino di un acquisto a fare la differenza. Lo stesso principio si applica ai regali, come spiega la guru dello shopping: «L’euforia quando ti trovi nella zona acquisti crea quasi una bolla di felicità e non dipende dal prezzo. Non devi spendere cifre astronomiche perché il gesto d’affetto colpisca nel segno. Un oggetto può essere vintage, green, acquistato in negozi di beneficienza o al mercatino delle pulci, purché rispecchi la persona a cui è indirizzato. Io e le mie sorelle di solito fissiamo un budget contenuto e facciamo a gara a chi trova l’idea perfetta e utile».

PENSIERI SCRITTI A MANO
Nell’era dei social il tocco personale tende a scomparire dietro acquisti online, buoni omaggio e voucher di ogni genere. Sophie Kinsella invece punta tutto sull’hand made, ossia su pensieri di proprio pugno: «Fino a qualche anno fa ricevevo montagne di lettere provenienti da tutto il mondo e le maestre chiedevano agli studenti di scegliere un autore e contattarlo, quindi mi arrivavano temi di molti bambini, era un pensiero dolcissimo e commuovente, mi manca molto quel calore umano. Oggi si cerca l’immediatezza, un like o un commento sui social media, invece sarebbe bello riscoprire un bigliettino fatto a mano, una cartolina d’auguri o una lettera. Io sono una sentimentale e conservo tutto, una vera nostalgica della scrittura a mano. Casa mia è piena di scatoloni di corrispondenza e prima o poi riuscirò a catalogarli in una collezione».

ANIMA GREEN
Lo spreco è una conseguenza diretta del consumismo e la cosiddetta fast fashion propone un guardaroba a prezzi bassi e continuamente rinnovato, con danno a dir poco disastroso per il nostro pianeta. Esistono però delle alternative green da tenere d’occhio per dare una nuova vita ai capi, o alcuni accorgimenti al momento dello shopping, come usare delle app che valutano l’impatto ambientale di un prodotto. Un regalo ha lo scopo di far star bene chi lo riceve e in questo caso anche l’ambiente. «Adoro fare acquisti – confessa la scrittrice – in negozietti dell’usato e mercatini vintage e ne esco sempre soddisfatta quando faccio dei buoni affari. L’abito che ho indossato a Roma l’ho pagato trenta dollari e ne vado molto fiera. Uso lo stesso criterio per i regali e so che viene apprezzata quell’energia carica di ricordi che portano con sé».

ABBASSO IL LAST MINUTE
Lo shopping all’ultimo momento scatena isterie e frustrazioni, tra lunghe file ai centri commerciali, scelta ristretta e decisioni affrettate. “Personalmente metto in atto una pratica certosina per cui faccio gli acquisti – conclude la scrittrice – tutto l’anno così mi porto avanti con la lista dei regali. Dovrei essere più precisa però nel ricordare i nascondigli in cui li metto per non essere scoperti”. 

LA REGINA DELLO SHOPPING
Sophie Kinsella è il nome d’arte di Madeleine Sophie Townley e a dicembre compie 50 anni. Ex giornalista economica proprio come il suo personaggio di maggior successo, Becky, star della saga di “I love shopping”, oggi fa la scrittrice a tempo pieno (40 milioni di copie vendute e traduzione in decine di paesi diversi) e vive a Londra con il marito e i cinque figli. Di recente è stata uno dei super ospiti di Alice nella città, sezione parallela della Festa del cinema di Roma, per presentare il film “Can you keep a secret?”, ispirato all’omonimo romanzo (sempre edito da Mondadori) e in uscita prossimamente nelle sale italiane. È appena arrivata in libreria con “I love shopping a Natale”, ultimo capitolo della saga modaiola e un po’ spendacciona, che con ironia e sagacia racconta le feste con l’ansia da prestazione per i regali, i preparativi per la tavola imbandita e le decorazioni.
 

 


Condividi su:
Galleria Immagini