acquaesapone Tecnologia
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri Speciale Cannes

Google MAPS: la Regina!

Le app per muoversi nel mondo reale

Gio 09 Gen 2020 | di Giuseppe Marino | Tecnologia
Foto di 2

All'inizio degli anni 2000, in pieno boom della cosiddetta “net economy”, un gruppo di imprenditori lavorava a creare una sorta di mondo parallelo sul web: una città virtuale in 3d che riproducesse fedelmente una città reale, in cui ciascun utente potesse aggirarsi via internet e così fare shopping senza uscire di casa, ma nei negozi che già conosceva e frequentava. Un'idea ingenua, figlia di una concezione sbagliata del web che ancora oggi fa presa su molti: lo si riteneva un mondo a sé. Negli anni successivi si è capito che la gente è interessata al mondo reale e usa internet come strumento per espandere la propria capacità di esplorarlo. Lo shopping virtuale esiste e come: ma non ha bisogno di riprodurre la facciata di un palazzo o lo scaffale del supermercato. Questa funzione di “guida” al reale assunta da internet è diventata così importante che metà dell'intero volume di download di app per smarhphone è rappresentato dalle app per la mobilità. La regina è ovviamente Google maps. Quando Google cominciò a mandare le sue auto con fotocamera a bordo in giro a fotografare ogni strada e ogni piazza sembrava una mossa eccentrica. E invece ha permesso di realizzare in modo intelligente quel progetto ingenuo e visionario dei primi anni 2000. Ma se Google Maps è un'ottima guida per tutte le grandi città che funziona mediamente molto bene, anche per poter stimare quali sono i mezzi di trasporto migliori per fare un certo percorso e quanto tempo occorre, va detto che ci sono app più specializzate che riescono a fare di meglio. 

WAZE PER CHI GUIDA
Per chi guida è imperdibile Waze, l'app che consente, grazie al contributo degli utenti, di segnalare in tempo reale eventuali problemi di traffico, suggerendo automaticamente i percorsi migliori. Se c'è da sfuggire a un ingorgo, Waze batte Google Maps. 

CITYMAPPER e MOOVIT 
Per i percorsi con i mezzi pubblici nelle grandi città, un'ottima app è Citymapper, molto puntuale nel segnalare dove si trovano le fermate dei bus, molto accurata nel consigliare la migliore combinazione tra bus, tram, metro. Un po' meno smart, ma diffusa in molte città, è Moovit, che diventa funzionale se si vuole viaggiare con il trasporto pubblico nell'hinterland delle città. A Milano si possono integrare le informazioni con l'app dell'Atm, che dà notizie in modo molto efficiente in caso di scioperi e interruzioni. L'app corrispondente di Roma, quella dell'Atac, è come il trasporto pubblico romano: una barzelletta.

AUTO A NOLEGGIO CON LE APP
Non va poi dimenticato che, grazie alle app, è esploso il mondo del carsharing, che oggi permette di noleggiare nelle città ogni tipo di mezzo di trasporto, dalle auto di Car2go ed Enjoy alle bici elettriche, appena sbarcate anche a Roma, ai monopattini (che hanno una vita travagliata a causa di regole contraddittorie).
Anche Uber è figlia di questa ondata: l'auto nera a noleggio tramite app è diventata familiare anche nelle strade italiane, anche se non così popolare come negli States. 

LE APP DEI TAXI
I taxi si sono dovuti adeguare e va detto che le app introdotte negli ultimi anni funzionano bene. In più consentono di pagare facilmente con carta di credito e di contattare il singolo tassista dopo averlo prenotato. Ma, a differenza di Uber, i tassisti non si sono organizzati in tutta Italia con un'unica app. Le più diffuse sono FreeNow e It Taxi. A Roma ha avuto un certo successo anche Scooterino, l'app che consente di prenotare un passaggio a bordo di uno scooter, che nella capitale è il miglior modo, se non l'unico, per muoversi velocemente.

BLABLACAR
Per i viaggi fuori città continua ad avere successo BlaBlaCar, l'app che consente di prenotare un passaggio a bordo di un'auto privata in cambio di un contributo alle spese. Essendo tutta basata sul modello peer-to-peer, cioè tra utenti, è anche un modo di trovare compagnia per i propri viaggi e conoscere persone. C'è un certo controllo incrociato sui compagni di viaggio e non si segnalano particolari brutte esperienze. Se invece viaggiate nelle grandi metropoli, ricordate di cercare la migliore app cittadina. Tubexit a Londra, Tokyo Subway navigation e Next stop Paris sono strumenti ottimi. Una tendenza che si sta facendo strada: anche l'app MyCicero, oltre all'orientamento, offre servizi da acquistare, incluso, laddove è possibile, sosta a pagamento e tessere dei mezzi pubblici acquistabili on line prima di arrivare in città.  

Condividi su: