acquaesapone Italia Solidale
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri Speciale Cannes

Il mondo crolla. Ma sta anche rinascendo

Oltre 2 milioni di persone, in Italia e tra i “poveri”, stanno superando il flop dell’attuale sistema

Gio 02 Lug 2020 | di Antonella Casini | Italia Solidale

Il virus SARS-CoV-2 ha fermato anche il lavoro. Oggi c’è grande crisi. 1 italiano su 6 rischia di cadere sotto la soglia della povertà perché non ha risparmi, né tutele. Nel Sud del mondo la situazione è ancora più drammatica: centinaia di milioni di persone che sopravvivevano con piccoli commerci o lavori giornalieri, non potendo spostarsi per la quarantena, non hanno più mezzi di sussistenza e stanno morendo di fame. Preghiamo che s’intervenga subito per salvare queste famiglie dell’Italia e del mondo. Ma l’emergenza c’era già prima. I milioni di famiglie italiane che ora rischiano di diventare “povere”, erano quelle che “tiravano avanti” con uno dei tanti lavori “flessibili”, stressanti e mal pagati, tipici della nostra società “globalizzata”, in cui tutto è finalizzato al “profitto”. Anche i miliardi di poveri del Sud del mondo sono vittime dello stesso sistema “malato”: oggi 26 individui possiedono la ricchezza di 3,8 miliardi di persone (la metà più povera della popolazione mondiale). Il capitalismo mostra le sue crepe, il comunismo è già fallito: dobbiamo cambiare radicalmente la cultura di vita, prim’ancora dell’economia. È necessario ripartire da Dio e dal recupero di ogni persona, famiglia, comunità, fino alla “globalizzazione della solidarietà”. 
Le aberrazioni “economiche”, infatti, sono il frutto del non rispetto secolare di Dio e della meraviglia della persona da Lui creata, evidente in ogni bambino. Questi errori non sono mai stati visti, ne risolti e sono incisi nell’inconscio di ognuno di noi. Oggi c’è una soluzione. I libri, i documenti, gli approfondimenti sulla Creazione e sul Virus di Padre Angelo Benolli, sacerdote, missionario, scienziato e antropologo, offrono la possibilità di vedere e risolvere questi errori secolari e di aiutarsi, anche con la pandemia. Questi contenuti sono il frutto degli 89 anni di vita e dei 54 anni d’incontri quotidiani di Padre Angelo con moltissime persone di ogni cultura e religione. In questa esperienza unica, egli ha fatto grandi scoperte e innovazioni, come il cambiamento dell’inconscio di Freud con l’“Io potenziale”. Sulla base di questa nuova e completa cultura di via, ha elaborato la pratica di una autentica solidarietà mondiale: i “gemellaggi”, scambi intensi e veri di vita attraverso un nuovo modo di fare adozione a distanza che mette in relazione le famiglie italiane e le famiglie del Sud del mondo, salvando la vita di tutti. Più di 2 milioni di persone in Italia, Africa, India e Sud America stanno sperimentando questa solidarietà. In ogni continente, le famiglie s’incontrano nei giardini (piccole comunità). Con i libri di Padre Angelo si sostengono, escono da tanti inganni, ritrovano Dio, sé, la capacità di ben amare, ben lavorare fino ad essere sussistenti e  “missionarie” con le altre famiglie vicine e lontane. Così si salvano migliaia di bambini in tutto il mondo e si assicura il futuro all’umanità.     

Condividi su: