acquaesapone Libri&Liberi
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri Speciale Cannes

Libri consigliati di agosto

Mer 22 Lug 2020 | Libri&Liberi
Foto di 9

Romanzo
LEI

"Lei" è il primo romanzo di Nicolò Targhetta, blogger fenomeno del web con la pagina "Non è successo niente", da cui nel 2019 è stato tratto uno spettacolo teatrale e un libro, edito come quest'ultimo da BeccoGiallo. In questo romanzo l’autore ci porta nel mondo di Lei, indiscussa protagonista femminile dei racconti che hanno reso celebre la pagina Facebook. Lei ha trent’anni, un lavoro frustrante che sta cominciando ad amare e un fidanzato frustrante che forse non ama più. In pochi giorni li perde entrambi e si ritrova da sola a doversi tenere a galla in una nuova quotidianità fatta di colloqui di lavoro, notti insonni e ambizioni ridimensionate. Incastrata in un mondo che pare sfocato, dove gli unici interlocutori sembrano essere gli oggetti, Lei prova a ritrovare il sentiero. Ammesso che un sentiero ci sia mai stato.

 


Letti per voi
PAOLA E LUCIO

A cinquant’anni dalla pubblicazione di “Terra di Gaibola”, l’album di Lucio Dalla con all’interno i primi brani firmati Pallottino-Dalla, è disponibile su Amazon in versione fisica e in e-book “PAOLA E LUCIO – Pallottino, la donna che lanciò Dalla” (Edizioni La Fronda), il libro del giornalista Massimo Iondini dedicato alla coppia artistica formata da Lucio Dalla e Paola Pallottino. Il libro contiene la prefazione di Gianni Morandi e le testimonianze di Gino Paoli, Renzo Arbore, Ron, Angelo Branduardi e di molti altri colleghi e amici di Lucio, oltre che della stessa Pallottino.

 


LA SCIAMPISTA
Hair therapy, prima, durante e dopo lo shampoo, tutto quello che devi sapere per avere capelli bellissimi! Una novità assoluta nell’ambito del benessere e della salute della nostra chioma.

 


STATO DI PAURA
Questo libro intende riaffermare l’importanza dell’individuo e delle sue libertà, nel fare impresa e nel muoversi liberamente secondo un principio sacrosanto di responsabilità.

 


IL MAGICO POTERE DEL MARE
La natura incontra la scienza in un libro tributo alle benefiche virtù del mare e delle sue acque. La chiamano “salute blu” e la formula è semplice: frequentare il mare e prendersene cura.

 


TRE DOMANDE A…
Alberto Simone 

Come prendersi cura di sé?
«Cercando prima di tutto di essere più tolleranti e gentili verso noi stessi. Abbiamo aspettative e ideali di perfezioni spesso irraggiungibili da cui facciamo dipendere la nostra idea di felicità. Possiamo invece ascoltarci di più, osservare i pensieri automatici che si ripetono sempre uguali nella nostra mente ogni giorno, ascoltare il nostro corpo quando è sovraccarico e ci chiede di fermarci. Poi ci sono una grande quantità di risorse interiori che possiamo riconoscere e riattivare e, come dico nel libro, tante buone pratiche molto facili da mettere in atto se le si conosce».
Ci sono delle strategie che si possono mettere in atto? 
«Evitare il più possibile conflitti e condizioni stressanti e concedendo a noi stessi delle pause. Alimentarci meglio, dormire di più, fare una moderata attività fisica, mantenendo e ricercando, ogni volta che è possibile, un rapporto con la natura. Coltivando qualità come tolleranza, gentilezza, compassione». 
Lei è psicoterapeuta: negli anni ha visto da parte delle persone un maggior desiderio di trovarsi veramente?
«In questi ultimi decenni molte certezze che ci hanno accompagnato per tutta la seconda metà del secolo scorso sono venute a mancare. è aumentato un senso di disorientamento, l’idea di futuro si è fatta sempre più breve e questo disagio ha aumentato la necessità di mettere in discussione antiche certezze, non ancora sostituite da nuove e stabili prospettive. Questo disagio ha certamente favorito la necessità di uno sguardo verso il proprio mondo interiore e il bisogno di costruire il proprio progetto di vita sulla base di valori più stabili e duraturi. Siamo tutti in viaggio verso una terra promessa che ancora non vediamo. L’unica certezza è che possiamo decidere di volerci bene anche durante il viaggio e possiamo insegnare a farlo alle nuove generazioni, che hanno ereditato senza alcuna responsabilità un bel carico di problemi da risolvere».

Condividi su:
Galleria Immagini