acquaesapone Editoriale
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri Speciale Cannes

Giornali sempre più rari, eppure così preziosi

La rivista Acqua&Sapone compie 16 anni, la grande previsione che ho azzeccato e quella che invece ho sbagliato!

Gio 27 Ago 2020 | di Alberico Cecchini | Editoriale
Foto di 3

Venti anni fai feci una grande previsione. Molto in anticipo sui tempi, ebbi l’intuito di capire che le persone non avrebbero più acquistato giornali. Quindi iniziammo a lanciare giornali gratuiti. 

La previsione negli anni si è verificata ormai quasi in pieno, infatti i giornali cartacei in vendita stanno quasi scomparendo. Nel frattempo, abbiamo realizzato il settimanale e il mensile più letti nel Lazio (dati Ipsos di Nando Pagnoncelli) e anche in altre regioni siamo presenti e sempre in sviluppo  con copie omaggio, ma di ottima qualità. Come dimostrano le continue attestazioni di stima da parte di lettori, clienti e personalità.
Fino a pochi anni fa credevo che con il tempo avremmo lasciato comunque anche noi la carta per produrre contenuti solo per il web. Questa previsione però l'ho sbagliata, perché i nostri lettori continuano a leggere e a gradire i nostri giornali. Le cui copie finiscono sempre. è per questo motivo che i nostri clienti, in particolare i nostri 134 clienti più fedeli, continuano a volerci sostenere con la pubblicità. Perché a loro la pubblicità sui nostri giornali funziona molto, spesso anche più di quella sul web. In effetti un giornale di carta, a differenza dei social, aiuta a riflettere, favorisce una lettura più calma, attenta e perciò anche la pubblicità è più memorizzabile oltre che meno fastidiosa. Inoltre, se leggi da tanti anni un giornale di cui ti fidi, poi ti fidi un po’ di più anche delle pubblicità che ci trovi sopra.

Questo mese festeggiamo i 16 anni della rivista Acqua & Sapone e ho l'onore di pubblicare ciò che, fra gli altri, hanno detto della nostra redazione alcune persone, molto differenti fra loro, a cui tengo molto.

VITTORIO MESSORI
È l'autore italiano che ha venduto più libri nel mondo, l'unico ad aver mai scritto libri insieme a ben due Papi. 
«Questo modo di fare informazione è molto utile e sano. Molti provano a fare del bene, ma spesso lo fanno male, voi con il vostro lavoro fate del bene e lo fate bene».

SUSANNA TAMARO
Ha pubblicato oltre 20 libri di grande successo, fra cui il libro italiano più venduto al mondo “Va’ dove ti porta il cuore”.
«Acqua & Sapone è un giornale che leggo sempre con grande simpatia, è come ritrovarsi a fare una bella chiacchierata insieme fra vere amiche».  

FRANK MERENDA
Divulgatore e formatore di marketing numero 1 in Europa.
«Fra le tante aziende che seguono i miei corsi, direi che Alberico ha l'azienda che mi piace di più. La Medium, infatti, ha un business model molto valido a livello di posizionamento di marketing. Io credo fortemente nella forza della pubblicità sulla carta e ci investo moltissimo. La pubblicità su carta, se usata bene, può essere molto più efficace di quella digital, perché è molto più credibile, differenzia moltissimo dai concorrenti, si legge con più attenzione e si memorizza meglio». 

MARCO LUTZU
Il padre del copywriting italiano.
«Alberico ha creato dei giornali meravigliosi, ormai la Medium sta diventando un caso di studio. Se un giorno realizzerò una rivista nazionale di economia e marketing, la farò senz'altro insieme al suo straordinario team. Il fatto che i suoi giornali continuano a crescere, nonostante tutti gli altri stiano scomparendo, testimonia anche l'importanza del copywriting». 

Condividi su: