acquaesapone Editoriale
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri Speciale Cannes

Il pregiudizio ruba lo sguardo

Nella vita non fatevi condizionare da schemi e preconcetti

Gio 27 Ago 2020 | di Angela Iantosca | Editoriale

Il pregiudizio ruba lo sguardo. Dà un colore diverso alle cose. Appanna la vista. Toglie la libertà e il piacere di conoscere davvero chi si ha di fronte. Forse rassicura chi ne è portatore sano, dà punti di riferimento ‘stabili’, ma indubbiamente distorce la realtà. 

Quando ci si avvicina alle persone o a dei momenti della vita senza un fardello, senza che la propria storia condizioni ogni gesto (pur nel ricordo e nella consapevolezza della propria storia), ciò che accadrà sarà sorprendente. Non solo nella sfera privata, ma anche nel lavoro. Arriverà l’imprevisto, l’inaspettato proprio perché non si è fatto rientrare ogni frase in una casella precostituita.

Ecco, spesso penso che nella vita si dovrebbe avere lo stesso approccio che un buon giornalista dovrebbe mantenere sempre di fronte ai fatti: essere una tabula rasa, non farsi condizionare dalle proprie idee pregresse e osservare le cose per ciò che sono. Ma senza dimenticare di porgere l’orecchio a quella parte che spesso trascuriamo: le emozioni, la pancia, quel sentire più profondo che è la verità più vera. Quella che non ascoltiamo per dar retta alla testa, al sentito dire, a ciò che pensa la gente, a delle regole che, mentre rassicurano, castrano… 

Non è facile, lo so, perché la libertà da tutto questo fa paura e allora meglio non dare chance o margini e ricondurre tutto a una equazione o a sillogismi spesso imperfetti. 

Condividi su: