acquaesapone Inchieste
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri Speciale Cannes

YouCare: il motore di ricerca per le buone azioni

I click degli utenti si trasformano in ricerca, alberi piantati, plastica rimossa dagli oceani, acqua per le popolazioni in difficoltà

Lun 26 Ott 2020 | di Emanuele Tirelli | Inchieste
Foto di 4

Più di 1.600 chilogrammi di plastica già rimossi dagli oceani. Oltre 780mila pasti forniti agli animali nei rifugi. E poi, più di 1.200 alberi piantati, 387mila litri d’acqua potabile alle popolazioni in difficoltà e 770 minuti finanziati per la ricerca contro il cancro. Sono i risultati di YouCare, motore di ricerca creato dai francesi Thomas Moreau e Charles Thiery, che dona alle buone azioni il 50% di quello che guadagna dalla pubblicità derivante dalle ricerche degli utenti.

COME FUNZIONA
Si può andare direttamente sul sito www.youcare.world o, dal computer, impostarlo come estensione del proprio Chrome, Firefox e Safari. Per smartphone e tablet c’è anche l’App dedicata, sia per iOS che per Android. «Ogni volta che gli utenti cliccano su un risultato di ricerca sponsorizzato – dice l’organizzazione – YouCare percepisce dei guadagni». E i guadagni possono essere destinati dall’utente a una buona azione tra quelle già inserite, con la libertà di cambiare la propria scelta in ogni momento. Basta aprire la tendina in alto a destra nella home page per accedere al menu, indicare il tipo di donazione ed entrare nel proprio account per trovare tutte le ricerche e le azioni già effettuate.

ESEMPI
45 ricerche per piantare un albero. Con lo stesso numero, arriva un pasto caldo nei rifugi per animali o vengono finanziati 10 secondi di ricerca medica contro il cancro. Con una, invece, si paga il ritiro di 5 grammi di plastica dagli oceani o si riforniscono i Paesi in difficoltà di 7 litri d’acqua potabile. 45 ricerche equivalgono a 0,20 centesimi di guadagno pubblicitario per YouCare. La metà viene trattenuta dall’organizzazione e usata per le proprie spese di gestione. L’altra va alla causa prescelta.

TRASPARENZA
Esiste una mappa sulla quale vengono indicate le associazioni finanziate nel mondo, che si possono raggiungere anche attraverso un elenco da consultare per Paese e per vocazione dell’ente. Uno di questi è l’Eden Reforestation Projects, al quale il team versa denaro per piantare alberi e compensare così il 100% delle immissioni di anidride carbonica che produce con l’attività nei suoi uffici, con i suoi server e con gli spostamenti dei suoi collaboratori. Le ricerche sono inoltre protette e non registrate e c’è una sezione, in inglese, che spiega come viene tutelata la privacy. Tutte le informazioni non sono ancora disponibili in italiano, ma sono indicate in maniera molto semplice.                  

Condividi su:
Galleria Immagini