acquaesapone Editoriale
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri Speciale Cannes

Cercasi Adulti Veri

Una ragazza muore per overdose. Di chi è la colpa? Dei giovani o anche dei grandi che non sanno ascoltare?

Lun 26 Ott 2020 | di Angela Iantosca | Editoriale

È accaduto di nuovo. Un’altra ragazza è morta. Overdose da eroina. Aveva 18 anni e ha pensato che iniettarsi una dose fosse un bellissimo modo per festeggiare la maggiore età. 

Eppure questo, al di là dello stupore momentaneo, continua a non creare una vera indignazione diffusa. Ci sono altri problemi, altre emergenze più importanti. Nonostante quei dati che ci ricordano che per overdose muore quasi una persona al giorno (nel 2019 si è registrato un +12% rispetto al 2018) e nonostante un incremento tra le donne over 40 del 92% delle morti per la stessa ragione. 

 
Certo il tema è pesante, come mi hanno detto spesso, allora meglio non pensarci, meglio far finta di niente, meglio mettere la testa sotto la sabbia e guardare un bel programma demenziale in tv... meglio fare propaganda elettorale (quando capita e conviene) e distogliere l'attenzione dalla questione centrale... 

Tanto chi se ne frega in fondo era solo una ragazza di 18 anni, in fondo se l'è cercata, in fondo questi ragazzi sono problematici, in fondo sono loro che non sanno accontentarsi di ciò che hanno, in fondo sono solo pieni di insicurezze, in fondo non ci sono più i ragazzi di una volta, in fondo la colpa è tutta loro, in fondo che noia questa loro ipersensibilità, questo loro disagio continuo, questo male di vivere, questa insoddisfazione perenne, questa incapacità di dire ciò che hanno... 
 
Ma in fondo tutto questo non accade perché mancano dei VERI ADULTI capaci di ASCOLTARE?

Condividi su: