acquaesapone Editoriale
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri Speciale Cannes

Giornali, la sorpresa!

Acqua&Sapone e Il Caffè sono diventati i due giornali più diffusi nel Lazio, il piccolo editore indipendente supera i colossi dell’editoria

Mer 30 Dic 2020 | di Alberico Cecchini | Editoriale
Foto di 3

Le persone non vanno più in edicola e allora i giornali che vincono sono quelli che vanno dalle persone. Nei bar e nei negozi ognuno prende la sua copia e se la legge con comodo a casa sua o in ufficio. Giornali gratuiti, ma di grande qualità, perché è facile fare un giornale gratuito, poi però nessuno lo prende se non ha una qualità d’informazione alta.  

La stampa è in crisi in tutto il mondo, ma in Italia la fuga dai giornali assume anche una forma di protesta verso un'informazione troppo asservita al potere e troppo schierata. 

I due giornali più letti nel Lazio, il Caffè e Acqua&Sapone, stanno vincendo la sfida della qualità. Infatti, puntano sull’indipendenza vera, perché non sono nati per fini politici, ma vivono di pubblicità, che è la garanzia migliore per non essere dipendenti da nessun potere.  

Alberico Cecchini commenta così il risultato: «Tutti e due abbiamo due figlie giovanissime e pensiamo al loro futuro e a quello di tutti i giovani, per dare un esempio di autentica professionalità, di giustizia e di solidarietà vera. Non ci piace questa Italia e lottiamo tutti i giorni contro il degrado morale e civile. Non facciamo compromessi e non cerchiamo scorciatoie per il successo. Rinunciando a tanti soldi. Per esempio, non accettiamo contributi poco trasparenti, mazzette mascherate da pubblicità, pubblicità di slot machine e gioco di azzardo, di cartomanti, di maghi e prostitute.
Una sfida apparentemente impossibile, ma che sta ottenendo un grande successo, alimentato dai lettori, fuori da ogni massoneria, da ogni logica di potere, da tanti inganni del mondo dell’informazione».          


Confronto con i dati ads (accertamento diffusione stampa)
Dati medi di vendita dichiarati dagli editori relativi al 2019, solo per il Caffè i dati sono relativi al 2020 come totale delle varie edizioni locali

Condividi su: