acquaesapone Bambini
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri Speciale Cannes

Adotta una bimba vittima dell’alluvione

Italia Solidale Onlus lancia un appello: fate un’adozione a distanza per salvare le migliaia di bambini e loro famiglie colpite dalle tragiche alluvioni in India CHIAMA LO 06.68.77.999

Mar 27 Ott 2009 | Bambini
Foto di 14

Italia Solidale, insieme ai missionari e ai volontari laici con cui collabora nell’India del Sud, lancia un appello per aiutare migliaia di bambini, famiglie e comunità a fronteggiare la grande emergenza dell’alluvione che ha colpito Andhra Pradesh, Karnataka, e Maharashtra, coinvolgendo più di 1.300.000 persone. Centinaia sono già morte e migliaia di bambini e famiglie sono a rischio della vita.
Siamo in contatto telefonico con alcuni missionari impegnati a lottare in condizioni estreme,  richieste d’aiuto che ci stanno arrivando dall’Andhra Pradesh.
Emergenza alluvione nell’India del Sud: la più pesante alluvione degli ultimi 106 anni.
Gli indiani dell’India del sud, i più poveri, proprio dove metà della popolazione è riconosciuta ufficialmente sotto i limiti dell'indigenza, si trovano oggi dinanzi a un’altra, grave tragedia.
Il governo stima che le persone colpite dalla catastrofe siano più di 1.300.000, circa 1.500 villaggi sommersi dalle acque. Almeno 200.000 persone sono senza casa e i morti salgono rapidamente: al momento sono 300. Tutte le coltivazioni sono andate perdute: migliaia di agricoltori, oltre ad aver perso parenti e case, ora sono facile preda degli usurai.
Italia Solidale, insieme ai missionari e ai volontari laici del posto, combatte l’emergenza.

Italia Solidale è presente dal 1998 nelle zone dell’Andhra Pradesh e Karnataka, oggi colpite dall’alluvione. In questi anni, collaborando con missionari e laici locali di 32 località, ha sostenuto, attraverso le adozioni a distanza, la povera realtà delle famiglie aiutandole ad affrontare non solo le difficoltà materiali, ma anche i condizionamenti culturali (come quello delle caste, della dote, della dipendenza delle donne dai mariti, delle discriminazioni basate sulla fede religiosa…) che influiscono sulle condizioni di vita delle persone. Molti di loro sono i cosiddetti “intoccabili”, cioè chi è al di sotto della casta più bassa, e non sono nemmeno considerate persone. Italia Solidale ora dispone di una fitta rete di missionari e volontari laici che già sostengono 3000 famiglie e 600 comunità che sono in prima linea di fronte all’emergenza. Davanti a questa tragedia che colpisce soprattutto i bambini, c'è bisogno di un’ulteriore solidarietà.
Vi chiediamo di accogliere urgentemente l’appello per promuovere l’adozione a distanza di centinaia di bambine e bambini indiani colpiti da questo disastro. Grazie e il Signore vi benedica!

 


 


Un nuovo modo di fare adozione a distanza

Ogni giorno muoiono di fame 26.000 bambini nel sud del mondo (UNICEF) e nei paesi industrializzati ci sono 340 milioni di depressi (WHO). Italia Solidale è impegnata a soddisfare la fame dello spirito e del corpo del mondo di oggi attraverso un nuovo modo di fare adozione a distanza che non aiuta solo i bambini ma anche la loro famiglia e la comunità a diventare autosufficienti. Sostiene attualmente 2.000.000 di persone, in 101 realtà missionarie di Africa, India e Sud America.                                           
 



Come si attiva l’adozione a distanza?

Bastano €. 300 all’anno (un caffè al giorno!), che si possono versare tutti in una volta oppure ratealmente: 2 rate semestrali da €. 150,00 ciascuna, 4 rate trimestrali da €. 75,00 ciascuna oppure rate mensili da €. 25,00 ciascuna. La cifra si può versare con bonifico bancario, bollettini postali o venendo di persona presso la sede. Solo il 10% dei soldi versati viene trattenuto da Italia Solidale per coprire le spese di gestione. CHIAMA LO 06 68 77 999


Condividi su:
Galleria Immagini