acquaesapone Libri&Liberi
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri Speciale Cannes

Libri&Liberi di Luglio

Mar 22 Giu 2021 | Libri&Liberi
Foto di 9

Paternità. Nuovi padri in bilico 
Chi sono i nuovi padri della generazione 5.0? Che cosa sperano? Come interpretano il loro ruolo? C’è davvero una frattura? Questo libro mette in evidenza come la paternità sia sintomo manifesto del profondo cambiamento della contemporaneità.

La stagione del vento
Passione, trasgressione, audacia: un romanzo sulla vera storia di Coco Chanel, sulla sua tumultuosa vita sentimentale e sull’intramontabile casa di moda che ha costruito.

UN PADRE: Crescere insieme
Dopo poco più di sette mesi, la vita di Matt e Liz sta per cambiare definitivamente: in seguito a una gravidanza difficile, Madeline sta già per venire al mondo. E la mamma sta per andare via. Come farà Matt senza Liz?

ONDA SU ONDA: Storie e canzoni nell’estate 
Il libro attraverso più di 500 canzoni italiane racconta l’evoluzione dei gusti, delle mode e dei suoni delle hit estive, dagli anni ’60 ad oggi, e analizza come nel corso degli anni gli artisti e le loro produzioni si siano intrecciati alla cronaca e alla cultura. 

L’INSOLENZA E L’AUDACIA: Sul disordine dei nostri libri
Come mantenete la vostra biblioteca? Siete ordinati o no? Disponete i libri per autore, editore, altezza o magari colore? Questo libro è la guida ideale per scoprire che nella storia della bibliofilia siete tutt'altro che soli nel porvi queste domande... 
 


Per approfondire

Storia dell’antindrangheta

C’è anche una Calabria lontana dagli stereotipi che la dipingono vittima inerme (se non addirittura complice) della malavita, c’è una Calabria che ha saputo alzare la testa e ribellarsi. È questa la Calabria che Danilo Chirico racconta in “Storia dell’antindrangheta” (Rubbettino). Il libro ricostruisce per la prima volta i movimenti per l’occupazione delle terre, le lotte politiche e per il lavoro, le vertenze ambientaliste, le denunce della Chiesa, i conflitti sociali, i cortei studenteschi, le vicende personali e collettive di tutti coloro che in Calabria hanno combattuto la criminalità organizzata dal secondo Dopoguerra ad oggi. Il libro analizza anche le miserie del mondo dell’impegno sociale calabrese, evidenziando le divisioni e provando a indicare una rotta per uscire dalla crisi in cui si trova oggi il movimento antimafia calabrese e italiano.



Tre domande a…GIANUMBERTO ACCINELLI 

Come è nata l’idea del libro?
«L’idea del libro è nata dall’editore di Nomos Edizioni, lo ha pensato durante il lockdown che non si poteva viaggiare e quindi visto che i libri sono strumento per viaggiare con la mente ed evadere ha pensato di farlo in maniera concreta, immaginando il libro come un batiscafo capace di scendere nelle profondità abissali. Così è nata l’idea del libro. Io sono stato subito contento dell’idea. Abbiamo cominciato ad elaborarla». 

Tra i giovani è sempre più diffuso l’amore per la Natura.
«L’amore per la Natura c’è sempre stato negli esseri umani. Purtroppo c’era tanta ignoranza, quindi le persone non conoscevano i meccanismi. Ultimamente c’è molto amore per la natura, molta voglia di difendere gli elementi naturali. I giovani sono estremamente sensibili alle tematiche ambientali. Io insegno in un Liceo Scientifico, quindi sono a contatto con i ragazzi e devo dire che questo mi rende un ottimista realista. Vedo la loro sensibilità da una parte e dall’altra le conoscenze che hanno. Tutto mi sembra stia andando in una direzione di un mondo sostenibile. Quindi i giovani avranno come bagaglio culturale tante innovazioni, sia culturali che tecnologiche, oltre a una splendida sensibilità». 

Quanto è importante il mare?
«Il mare, l’oceano in particolare, ricopre il 71% della superficie terrestre. La famosa foto dallo spazio fa vedere una biglia blu: la chiamiamo Terra perché noi esseri umani siamo ani- mali terrestri, ma dovremmo chiamarlo Oceano, Acqua. Il mare ospita tanta vita, sia animale che vegetale, e i vegetali sono gli organismi fondamentali, quelli che danno il la alle reti trofiche (reti alimentari), sia perché trasformano le anidridi carboniche in glucosio che entra in tutte le reti alimentari sia perché questo processo, la famosa fotosintesi clorofilliana, ha come gas di scarto l’ossigeno. E l’ossigeno è fondamentale per la respirazione cellulare, quello che ha permesso la vita pluricellulare. La maggior parte dell’aria che respiriamo, quindi, deriva dal mare. Anche se viviamo in un  luogo molto lontano dall’acqua salata, ogni volta che respiriamo, respiriamo acqua di mare. Per quanto riguarda l’atmosfera e l’equilibrio dell’atmosfera, il mare svolge un ruolo fondamentale. Ma anche per quanto riguarda le reti trofiche, perché gli animali marini sono tantissimi». 

Condividi su:
Galleria Immagini