acquaesapone Attualità
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri Speciale Cannes

2010 anno della tigre e del...

Celebrazioni e annunci solenni, ce n’è per tutti i gusti. E sarà il più caldo

Ven 15 Gen 2010 | di Emanuela Vita | Attualità
Foto di 2

Non prendete impegni per questi nuovi dodici mesi. è l'anno della tigre, per i cinesi. Ma c'è da celebrare un guardaroba di iniziative. Ce n'è per tutti. 
Organizzazioni, associazioni, istituzioni, comitati, forum, federazioni, network, fondazioni  non si fanno mancare niente.
Di solito, per nobili intenti e giuste cause. A cominciare dalla salvaguardia di mamma Terra, dei poveri e della pace. A tutti facciamo gli auguri di realizzare gli obiettivi utili all'umanità che si sono dati. Passato il 2010, continueremo comunque ad occuparcene. Non avete nulla da ricordare, celebrare, commemorare? Chiedete ai nonni, magari nel 1810 è nato un vostro trisavolo. Forse meglio se mettete un bel cd di Chopin, nato giusto 200 anni fa, e vi rilassate. Il vostro lui starà già preparandosi ai Mondiali di calcio 2010, forse in garage... per il centenario della fondazione dell'Alfa Romeo!

Biodiversità... intanto in europa ci rifilano altri ogm
Le Nazioni Unite hanno proclamato il 2010 Anno della Biodiversità, mettendo al centro la salvaguardia del pianeta, delle sue creature, habitat ed ecosistemi sempre più a rischio di estinzione.  Cose concrete? Noi abbiamo trovato una fitta serie di convegni, cene di gala, dibattiti, l'evento per la presentazione di un logo e qualche documento illustrativo. Magari tireranno importanti conclusioni e solenni impegni da uno di questi incontri e qualche soluzione. Intanto il 30 ottobre scorso, la Commissione Europea ha così autorizzato l'utilizzo di 3 nuovi mais OGM e di una barbabietola da zucchero, anch'essa transgenica.
Cioè tutto il contrario della biodiversità, che vuol dire patrimonio di creature naturali che sanno benissimo come vivere e generare vita. Se l'uomo non si mette di traverso.

Il più caldo da 150 anni
La fastosa e super-blindata passerella di capi di Stato, funzionari, esperti, politici e consulenti dello scorso dicembre a Copenaghen per salvare il clima e la Terra non ha risolto granché. E l'autorevole Meteorological Office britannico prevede che avremo l'anno più degli ultimi 160 anni, con una temperatura media di 14,58 gradi centigradi. Dal 2000 al 2009, le previsioni di questo ente si sono avverate. Ma per questo record ancora nessuno ha indetto un Anno internazionale...

Povertà... e obesità
Il 2010 è anche l'anno europeo di Lotta alla povertà e all'esclusione sociale, sotto l'egida della Commissione Europea – Direzione Generale Occupazione, Affari Generali e Pari Opportunità che punta alla “governance, iniziative di auditing, meeting di People experiencing poverty”... mi sento già un po' esclusa... 
Altra faccia della medaglia: è l’anno di Lotta all'obesità in Italia: abbiamo 16 milioni di italiani in sovrappeso e 5 milioni di obesi, il doppio rispetto a 10 anni fa. Ma i bambini e le perosne stanno ancora troppo male sia nei Paesi impoveriti che in quelli arricchiti.

Migranti, culture e pace
Molti impegnati nel sociale si battono affinché  il 2010 sia l'anno della Cittadinanza italiana riconosciuta ai minori nati nel nostro Paese da genitori stranieri. Lo chiede l'associazione Acli, storica e importante realtà cattolica. Evangelici, protestanti, anglicani ed ortodossi lanciano l'Anno europeo delle Chiese per le migrazioni. L'Onu, dal canto suo, ha proclamato il 2010 Anno internazionale per l'avvicinamento delle culture al fine di favorire “eventi basati sul dialogo interreligioso e interculturale e sulla comprensione e sulla pace”. Quest’anno poi si conclude il Decennio Internazionale per una Cultura della Pace e della Non-Violenza per i Bambini del Mondo.

Religiosi e “mangiapreti”
Si stima che 14 milioni di persone andranno a Santiago de Compostela, in Spagna, per il Giubileo Compostelano che si celebra ogni volta che il 25 luglio, giorno dedicato all'Apostolo Giacomo il Maggiore, cade di domenica. Cosa che accade proprio quest'anno.
D'altro canto con solenne liturgia congressuale, il 5° Congresso di Anticlericale.net – al grido di “no taleban, non Vatican!” - “proclama il 2010 Anno Anticlericale”, con “mozione approvata all'unanimità e rinnovo degli organi avvenuto per acclamazione”. Amen.
 




Il 2010 NEI DECENNI ONU
2001-2010 Decennio Internazionale per una Cultura della Pace e della Non-Violenza per i Bambini del Mondo

2003-2012 Decennio dell’Alfabetizzazione delle Nazioni Unite:  Educazione per Tutti

2005-2014 Secondo Decennio Internazionale dei Popoli Indigeni del Mondo

2005-2014 Decennio delle Nazioni Unite all’Educazione per lo Sviluppo Sostenibile

2005–2015 Decennio Internazionale per l’Azione, “Acqua per la Vita”

2008–2017 Secondo Decennio delle Nazioni Unite per l’Eliminazione della Povertà

 




CHOPIN, PERGOLESI... E LA CLERICI
Bicentenario della nascita del grandissimo Fryderyck Chopin, eccelso pianista polacco. Il Parlamento della Polonia ha perciò proclamato il 2010 Anno di Chopin. Si annunciano grandi concerti nelle maggiori Capitali del mondo. L'anno scorso, invece, è stata la volta del 160° anniversario della morte del grande compositore. Abbiamo poi l'Anno Pergolesiano: in occasione del terzo centenario della nascita di Giovanni Battista Pergolesi, grande musicista marchigiano. Sarà pure l'anno della Clerici a Sanremo. Tutta un'altra musica...

 




MIRACOLI EUCARISTICI E DI MARIA
Mille anni fa ad Ivorra, in Spagna, il sacerdote Bernat Oliver dubitò che Gesù fosse presente nell'Eucarestia. Durante la consacrazione, il miracolo: il vino divenne sangue.
Due secoli dopo, nel 1310, stesso episodio accadde ad un altro prete dubbioso in Austria, a Fiecht. Molto simile, in Italia, è il Miracolo Eucaristico di Lanciano in Abruzzo: ostia e vino trasformati in grumi di sangue e carne umana.
Giusto 500 anni fa apparve la Madonna a Motta di Livenza (Ve).
Il 9 marzo 1510, Maria si mostra e parla ad un umile e devoto contadino e gli promette un segno affinché in paese gli credano: verso il tramonto, il sole viene quasi nascosto per un’ora dalle nubi e poi appare di un rosso così vivo che sembra uscire da un bagno di sangue.
 


Condividi su: