acquaesapone Londra
Interviste Esclusive Viaggi Editoriale Inchieste Io Giornalista TV/Cinema A&S SPORT Zona Stabile Rubriche Libri Speciale Cannes

26 milioni di sterline ai pets

Animali domestici inglesi: ricchi e amati

Mar 23 Ago 2011 | di Serena Marchionni | Londra

Gli inglesi amano davvero molto gli animali, a volte perfino più degli uomini. Secondo le statistiche dell’Istituto Veterinario Nazionale inglese circa il 50% dei sudditi di Sua Maestà possiede i pets (animali domestici), siano questi un cane, un gatto, un porcellino d’India o le lucertole che sono molto trendy ultimamente.  Gli animali domestici sono benvoluti e hanno accesso alla maggior parte dei luoghi pubblici, come metropolitane, ristoranti e parchi.

26 milioni di sterline in eredità agli amici animali
Secondo la compagnia assicurativa inglese “More than a Pet Insurance”, i sottoscrittori di polizze  hanno predisposto dei lasciti per oltre 26 milioni di sterline per i propri animali domestici, spesso senza aver avvertito le famiglie o gli amici. Le dichiarazione della compagnia assicurativa segue la notizia dell’enorme eredità, oltre 50.000 sterline, che lo stilista inglese Alexander McQueen, morto recentemente, ha lasciato per i suoi cani. E secondo la “More than Pet Insurance” gli amici animali non erediteranno solamente denaro. Oltre 1/5 dei padroni ha pianificato di lasciare ai propri animali la casa di proprietà e 1/4 invece ha predisposto di lasciare in eredità oggetti che hanno un valore sentimentale come il divano o la poltrona preferiti, fotografie del padrone insieme all’animale, un paio di scarpe o di jeans, gioielli e addirittura le ceneri del padrone. Molti padroni hanno dichiarato di aver predisposto un lascito per evitare che gli animali finiscano in un canile o abbandonati.

Nomi umani per i piccoli amici dell’uomo
è finito il tempo di “Rover” o “Lassie”. Ormai i cani inglesi possono vantare di avere dei bei nomi umani. è il trend del momento per i proprietari degli animali domestici. Secondo la “John Lewis Pet Insurance” gli inglesi si impegnano nella ricerca del nome per i propri animali come farebbero per i figli. Oggi la tendenza è la ricerca del nome per il proprio gatto o cane che ormai si chiamano “Alfie”, “Molly”, “Charlie”, “Max”, “Bella”, “Millie” “Daisy” o “Rosie”.
 Dalla ricerca della compagnia assicurativa emerge anche l’insolita tendenza ad utilizzare per i piccoli amici a quattro zampe anche i nomi delle celebrità come J-Lo, il cane Clint Eastwood, o il criceto Shakira. Alcuni padroni hanno cercato di distinguersi attraverso una selezione di nomi più raffinati come “Wagner”, Mendellsohn”, “Mozart”. Anche le personalità sportive hanno influenzato i padroni e non è raro imbattersi al parco in un “Beckam”, “Rooney” o “Torres”. Anche i personaggi storici hanno il loro appeal ed ecco emergere nella ricerca nomi come “Che Guevara”, “Gandhi” o “Caesar”.

Il trend degli animali domestici made in UK
Per quanto riguarda il trend degli animali domestici in Gran Bretagna è l’azienda “Pets at Home” che ha riportato nel primo semestre di questo anno un aumento del 250% nella vendita dei rettili online e il portavoce ha rivelato che, nonostante la crisi, gli inglesi continuano a spendere in animali domestici e nei prodotti specializzati. Inoltre aumenta sempre più la spesa per  rettili come lucertole, gechi, iguana o ragni, insetti, che in una società che ha sempre meno tempo libero rappresentano l’alternativa per chi non può prendersi cura di un cane o un gatto. De gustibus...          

I British pets hanno il profilo su Facebook
Migliaia di animali domestici inglesi sono già su Facebook e Twitter con il loro profilo. Secondo un sondaggio condotto lo scorso luglio dalla John Lewis Pet Insurance sono sempre di più i padroni che ritengono i propri animali domestici come membri della famiglia e per questo creano profili sui principali social networks dove postano foto e aggiornamenti.                                 


Condividi su:
Ricerche Correlate
londra pets animali sterline